Navigazione Contenuto Temi in Austria

Architettura moderna in Austria

Un viaggio attraverso l'Austria per scoprirne la sua archittettura moderna, perfettamente integrata nel paesaggio e armonicamente affiancata da edifici storici.

Hungerburgbahn Innsbruck © Österreich Werbung/Andreas Hofer
Hungerburgbahn Innsbruck © Österreich Werbung/Andreas Hofer
 © MUMUTH
© MUMUTH
 © Helge Kirchberger
© Helge Kirchberger
The Loisium in Langenlois © Loisium / Robert Herbst
The Loisium in Langenlois © Loisium / Robert Herbst
Music Festival Grafenegg © Philipp Horak
Music Festival Grafenegg © Philipp Horak
 © Esterházy Betriebe Gmbh
© Esterházy Betriebe Gmbh
Steinhaus in Steindorf © Tvb Bodensdorf
Steinhaus in Steindorf © Tvb Bodensdorf
 © Linz Tourismus
© Linz Tourismus
 © Linz Tourismus
© Linz Tourismus
 © MQ/Robert Steiner
© MQ/Robert Steiner
Museum of modern art Salzburg © Simone Rosenberg
Museum of modern art Salzburg © Simone Rosenberg
 © Steiermark Tourismus, Schiffer
© Steiermark Tourismus, Schiffer
Nel Burgenland si producono i vini rossi più corposi e i bianchi più dolci di tutta l'Austria. I produttori vinicoli sono lentamente diventati costruttori. Aziende vitivinicole come la tenuta Weingut Esterhazy hanno realizzato nel paesaggio ardite costruzioni, o hanno notevolmente ampliato e rimodernato con grande sensibilità il proprio patrimonio immobile.


Con il suo clima mite, la Carinzia vanta una tradizione nell'architettura di influsso mediterraneo. Ville e case balneari trasmettono il fascino della classica villeggiatura estiva. Oggi ci si spinge ben oltre, come per esempio nel caso della "Steinhaus" (casa di pietra) di Günter Domenig in riva al lago di Ossiach, un esempio ormai famoso di architettura postmoderna decostruttivistica. Il Museo Liaunig, formalmente impegnativo e realizzato in parte sotto terra, si inserisce perfettamente nel paesaggio circostante e offre una cornice adeguata per la notevole collezione artistica dell'omonimo industriale.

La Bassa Austria ha in serbo una vasta gamma di sorprese architettoniche. Una passeggiata nel centro storico di Krems apre una finestra sul medioevo, mentre la Kunsthalle riporta i visitatori nel presente. La guida architettonica di Krems presenta i più significativi siti contemporanei della città e invita a visitarla lungo itinerari tematici da comporre secondo i propri gusti personali. Il gioiello di architettura più spettacolare della Bassa Austria è il "Loisium", un enorme museo multimediale dedicato al vino e collegato ad un hotel di design. La torre "Wolkenturm" a Grafenegg trasmette tensione ed emozione. In netto contrasto con un castello nello stile dello storicismo d'epoca romantica, un padiglione si dispiega con varietà espressiva nel cielo del parco e funge contemporaneamente da scultura, palcoscenico all'aperto e area di sosta.


L'architettura dell'Alta Austria è molto varia: centri storici come quelli di Wels, Steyr, Schärding e Gmunden si alternano a Emozionanti opere d'architettura moderna come il museo d'arte Lentos, che si erge in riva al Danubio a Linz, oppure il futuristico Ars Electronica Center, che cambia continuamente colore grazie a diodi luminosi. Fino a pochi anni fa, il primo edificio moderno di rilevanza internazionale esistente a Linz era la Brucknerhaus, un teatro per concerti degli anni ‘70, caratterizzato da sale sospese.

Salisburgo viene spesso citata come classico esempio di barocco, grazie alla presenza di numerose chiese, palazzi e piazze realizzate ai tempi di Mozart. Ma questa città presenta anche volti diversi, e lo dimostrano alcuni straordinari esempi di architettura contemporanea, come il "Museum der Moderne" sul colle Mönchsberg o l'Hangar 7 presso l'aeroporto di Salisburgo, un'insolita combinazione fra hangar aeronautico, galleria d'arte, gastronomia e area divertimento.


In Stiria opera una delle più vivaci correnti architettoniche d'Austria, oggi conosciuta come la "Scuola di Graz". Anche gli urbanisti della città risentono dell'influenza della "Scuola di Graz", e lo si nota nella visionaria Kunsthaus, il museo d'arte moderna degli architetti britannici Cook e Fournier, conosciuta anche come "the Friendly Alien". La Kunsthaus e l'isola nel fiume Mur progettata da Vito Acconci sono prove evidenti della concreta fattibilità di un'architettura finora solo immaginata. La Haus für Musik e il Musiktheater di Graz, oltre che per la loro architettura, sorprendono anche per la possibilità di modulare l'acustica degli ambienti tramite comandi elettronici. In questo modo la risposta sonora della sala si può impostare su misura per ogni esigenza musicale.


Negli ultimi anni la montuosa regione del Vorarlberg è diventata un forte polo d'attrazione per gli appassionati di architettura. Da 40 anni a questa parte sono sorti qui numerosi edifici d'uso quotidiano e di grande interesse architettonico. Dagli anni ‘90 gli addetti ai lavori d'Europa riservano particolare attenzione al Vorarlberg: le precedenti esperienze nella realizzazione di edifici ecocompatibili hanno conferito a questa regione un forte vantaggio evolutivo nella cultura architettonica. Una progettazione semplice, funzionale e attenta al risparmio delle risorse, e l'utilizzo di materiali naturali caratterizzano le costruzioni contemporanee e costituiscono elementi di collegamento con la tradizione.

Architettura moderna nel Vorarlberg


In Tirolo la maggior parte degli edifici di interesse architettonico è dedicata ai visitatori di questo land attraversato dal fiume Inn. Fra essi spicca per esempio il trampolino per il salto con gli sci del Bergisel, progettato da Zaha Hadid, che è ormai diventato il "faro di Innsbruck". I visitatori possono raggiungere la sommità della torre e godere di una vista straordinaria sulla valle dell'Inn. La grande considerazione che il Tirolo riserva all'architettura d'avanguardia è dimostrata senza ombra di dubbio anche dalla nuova funicolare dell'Hungerburg di Innsbruck o dalle filiali dei supermercati MPreis- che hanno ottenuto diversi riconoscimenti.


L'aspetto del centro storico di Vienna è ancora intatto come in poche altre capitali d'Europa, e ciò costituisce una grande sfida per la nuova architettura che si trova obbligata a dialogare con il patrimonio storico esistente. La Skyline Donaucity o il MuseumsQuartier costituiscono una dimostrazione evidente di come il passaggio nel XXI secolo sia pienamente riuscito. Una caratteristica specifica di Vienna è anche la cultura della ristrutturazione e dell'ampliamento di antichi edifici. In questo modo sono nati capolavori d'architettura d'interni che fanno tendenza in tutto il mondo.


Se desiderate avere ulteriori informazioni sull'architettura in Austria, contattate Fabio e Ottavio, i nostri esperti del Servizio Informazioni Austruia Turismo, al numero 840 99 99 18 (costo fisso chiamata 15 cent.), oppure scrivete loro a vacanze@austria.info