Navigazione Contenuto Temi in Austria

Carinzia: l’architettura del lago Wörthersee

Passeggiando lungo le sponde del Wörthersee, in Carinzia, è possibile ammirare l’architettura Jugendstil tipica di questa zona – sia che si tratti di castelli, ville o antichi stabilimenti balneari.

 © Wörthersee Tourismus GmbH, Foto Gerdl
Jugendstil e Romanticismo locale, Barocco e architettura in stile country inglese sono stati fusi e declinati in una forma espressiva incredibilmente variegata che, in ogni situazione – sia esso un oggetto piccolo o grande – poteva trovare applicazione colmando lo spazio tra comfort e rappresentazione, tra desiderio di apparire e riservatezza”. In questo modo Friedrich Achleitner, critico dell’architettura e scrittore, descriveva lo stile che caratterizzò, dal 1864 al 1938, lo skyline e il paesaggio del lago Wörthersee in Carinzia. Castelli, ville, stabilimenti balneari e rimesse per le barche sparsi intorno al lago sono ancora ai giorni nostri testimoni di questa grande epoca.
Con l’inaugurazione della imperial-regia Südbahn nel 1864, i viennesi scoprirono le vacanze estive e la possibilità di trascorrerle sui laghi della Carinzia. Quindi anche al lago Wörthersee dove, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, sorsero numerose, lussuose ville per i cittadini in cerca di quiete e di relax. Questi edifici si caratterizzano per la presenza di bovindi e di frontoni in stile romantico come pure per eleganti loggiati e terrazze che si spalancano sul lago.
I maggiori rappresentanti di questa architettura tipica del Wörthersee furono Franz Baumgartner e Josef Viktor Fuchs. L’arte rappresentativa di Franz Baumgartner è riconoscibile nella centrale elettrica “Schaukraftwerk Forstsee”, negli Hotel Kointsch e Mösslacherhaus nonché nell’Hotel Carinthia di Velden o ancora nella Villa Edelweiß a Pörtschach. A Fuchs è riconducibile inoltre la stazione balneare o bagno terminale dell’Hotel Werzer di Pörtschach che, a seguito di un restauro, è stato reso accessibile anche a chi non è ospite dell’hotel.
L’esplorazione di tutti questi edifici durante una passeggiata è resa più semplice da una mappa che – in quattro lingue – offre una panoramica su oltre 54 opere architettoniche moderne e storiche realizzate intorno al lago. È possibile richiedere la cartina in tutti gli uffici del turismo della regione.