Navigazione Contenuto Temi in Austria

Gallerie d'arte a Salisburgo

Arte d’avanguardia con vista sulle Alpi! Anche a Salisburgo il panorama delle gallerie d’arte austriache riserva interessanti sorprese in cui l’arte moderna e tradizionale s’incontrano e si alternano in armonia.

 © Salzburg Foundation, Foto: Manfred Siebinger

Thaddaeus Ropac, uno dei più famosi galleristi austriaci, ha guadagnato grande fama nel mondo internazionale dell'arte grazie a mostre individuali e collettive di pittura e scultura contemporanea europea e nordamericana. Altre emozionanti impressioni sono fornite anche dall'attività secondaria della galleria, sempre instancabilmente impegnata a introdurre nuovi nomi nel mondo dell'arte, aprendo fra l'altro nuovi spazi espositivi temporanei: per la mostra "No ordinary Sanctity" sono stati utilizzati gli ambienti sotterranei di una banca nei pressi del Mozarteum, ai quali l'arte ha improvvisamente conferito l'atmosfera spirituale di una cripta.


Totem al posto del requiem
La città del Festival, pur con la sua grande affinità con la musica classica, con Mozart e il maestro von Karajan, non può certo essere ridotta alle belle arti intese in senso convenzionale. Lo testimoniano la costruzione del Museo d'arte moderna sul Mönchsberg e le attività della Salzburg Foundation, che ogni anno offrono alla città nuove sculture di rinomati artisti internazionali. Con l'itinerario "Walk of modern art", percorribile in due ore, gli amanti della cultura ogni primo sabato del mese possono scoprire nuovi aspetti di Salisburgo. Si tratta di un percorso d'arte con sculture d'alta qualità che interessa anche storici edifici sacri, per esempio con l'installazione di una scultura nella cripta romanica del primo Duomo di Salisburgo.


Nitsch, Christo, Warhol
Il panorama delle gallerie d'arte salisburghesi specializzate nell'arte contemporanea è piccolo ma raffinato, e accoglie con gioia questa attività cogliendo l'occasione per affinare il proprio profilo. La galleria Nikolaus Ruzicska, che ha sede in una ex-fucina per carri nel quartiere di Herrnau, unisce il carattere storico dell'edificio con l'architettura moderna e soprattutto con l'arte contemporanea per offrire al visitatore un'esperienza suggestiva ed equilibrata. Manfred Erjautz, Ross Bleckner, Ruth Root, Keith Vaughn o Giovanni Castell sono fra gli artisti che hanno già esposto in questa galleria.


Più vicino alla casa del festival, nel Palais Küenburg, si trova una delle gallerie Rudolf Budja, presente anche a Vienna, Graz, New York e Miami. Fra i temi delle opere esposte si annoverano le metamorfosi storiche e attuali della Pop-Art da Andy Warhol a Roy Lichtenstein e a Keith Haring.

Non meno famosa, la galleria Weihergut si presenta in contemporanea in tre sedi di Salisburgo, con una superficie espositiva di circa 1000 m² dedicata principalmente alle arti figurative dopo il 1960, in linea con il motto "vedere è pensare". Ciò che è veloce, rumoroso ed effimero qui cede il posto a una poesia di silenzi e misura. Tra i tanti artisti che espongono in questa galleria ci sono Richard Serra, Jannis Kounellis, Arnulf Rainer, Hermann Nitsch e Christo, l'artista dell'imballo.

Le nuove tendenze dell'arte mediatica e concettuale, e il confronto con la realtà politica e sociale, sono i temi centrali della galleria UBR nel quartiere Andräviertel, una piattaforma per giovani artisti dei Paesi di lingua tedesca. Oltre a pittura, grafica, installazioni e video di artisti come Rob de Vry, Knut Eckstein, Hermann Wolf, Gerold Tusch e Andreas Jauss, trovano spazio in questa galleria anche le opere fotografiche.

Proprio a queste ultime è dedicata la galleria Fotohof, fondata già nel 1981 da un gruppo di ambiziosi fotografi, che nel corso del tempo è diventata uno dei punti di riferimento per la fotografia in Austria. Chi l'avrebbe mai detto, per una città che apparentemente è solo dedicata alla musica.


Per maggiori informazioni
Servizio Informazioni Austria Turismo
tel. 840 99 99 18 (costo fisso chiamata 15 cent. risponde operatore di lingua italiana)
vacanze@austria.info