Navigazione Contenuto Temi in Austria

Il museo dei Celti di Hallein

"Tutti bramano l'oro, dall'oro tutto dipende..." - J. W. Goethe, Faust I Che l'oggetto del desiderio nella regione di Salisburgo non fosse di metallo, ma di colore bianco e quali conseguenze abbia avuto sullo sviluppo culturale nell'età del ferro, è documentato in modo imponente nel museo della civiltà celtica di Hallein.

Già nel V secolo a.C. intorno al Dürrnberg, che rappresenta oggi in aggiunta ad Hallstatt nel Salzkammergut dell'Alta Austria, uno tra i siti di ritrovamento più importanti di tombe e oggetti di epoca celtica, si commerciava il sale. I giacimenti di salgemma delle Alpi orientali erano alla base della ricchezza materiale e culturale dei Celti.

Il museo di Hallein raccoglie, su una superficie espositiva di 3000 m², tutti i ritrovamenti a partire dal 1949 avvenuti nelle tombe sul Dürrnberg. Si è proceduto a raggruppare le diverse aree su base tematica in "estrazione del salgemma in epoca preistorica" e "insediamenti celtici sul Dürrnberg": questa esposizione, insignita del Museumsförderungspreis austriaco, presenta vita, lavoro e abilità del primo popolo che ha davvero impresso un'impronta culturale in Europa.

Il pezzo più pregiato della mostra è il corredo funerario di un capotribù celtico, sepolto con il proprio carro da guerra in una stanza lignea e rinvenuto integro nel 1959.

Informazioni e prenotazioni
Keltenmuseum Hallein
Pflegerplatz 5
5400 Hallein
www.keltenmuseum.at