Navigazione Contenuto Temi in Austria
close
Please choose your country:
Or choose your language:

Un invito a palazzo dai principi Esterházy

 © Schloss Esterházy / Roland Wimmer_MQ trasporto + Ticket d'ingresso
€ 49,-
In autobus nel Burgenland: Da Vienna un tour delle mostre sugli Esterházy
Il “bus delle mostre” è sempre in viaggio, da maggio a settembre, ogni venerdì, sabato e domenica e collega Vienna ed Eisenstadt offrendo ad amanti della cultura e turisti la possibilità di vivere in modo rilassante e attraente al tempo stesso l’esperienza Esterházy durante una gita di un solo giorno. La partenza è prevista, nei giorni stabiliti, alle ore 9.00 dalla fermata davanti all’Albertina.
  • Visita guidata alla mostra “Das  Appartement  der  Fürstin” all’interno del Castello Esterházy
  • accesso gratuito alle due mostre “Glanzlichter des Schlosses Esterházy“ e “Haydn Explosiv*2014”;
  • degustazione di un calice di vino nell’elegante Selektion Vinothek Burgenland, un pranzo al ristorante Henrici o per una breve passeggiata a Eisenstadt.
  • Il tour proseguirà quindi verso la Fortezza Forchtenstein. All’interno della Schatzkammer dei principi Esterházy sarà possibile ammirare la stanza delle arti e delle rarità di questa fortificazione baracca.
L’escursione terminerà alle 16.00 con il rientro a Vienna. Il costo è di € 49,-/persona (sono inclusi: viaggio in autobus, ticket di ingresso alle mostre e visite guidate).
Gli autobus gran turismo di Redbus CityTour sono dotati di ogni comfort e di aria condizionata; i passeggeri, ispirati dalla musica di Joseph Haydn, si metteranno quindi in viaggio, per mezza giornata, alla scoperta dell’universo Esterházy.

Breve descrizione

Ai giorni nostri le fortezze e i castelli della famiglia Esterházy sono monumenti di eccezionale importanza culturale per la regione del Burgenland: custodiscono, infatti, in ambienti perfettamente conservati, un numero considerevole di splendidi pezzi da esposizione. A meno di un’ora d’auto da Vienna, castelli, fortezze, monumenti e meraviglie della natura appartenuti a questa dinastia di principi spalancano le loro porte su mondi culturali unici, incastonati nel panorama altrettanto unico della Pannonia.
 
Il Castello Esterházy di Eisenstadt
Dove Lord Nelson ascoltò la musica di Joseph Haydn

Il Castello Esterházy, un tempo luogo natio e residenza di importanti notabili, eretto a Eisenstadt - capoluogo della regione del Burgenland – in posizione centrale e dominante, è uno dei più bei palazzi barocchi austriaci e oggi è museo, sede di eventi culturali e centro di ricerca, oltre a ospitare l’ineguagliata collezione privata della dinastia degli Esterházy.

Le meraviglie del Castello Esterházy
L’artigianato artistico incontra la maestria delle opere d’art
e
La mostra permanente “Glanzlichter” (in lingua italiana: splendori, meraviglie) presenta, lungo un percorso straordinario e unico nel suo genere, oggetti selezionati della collezione di proprietà del casato e offre un’esperienza sensoriale della cultura legata a feste e ricevimenti nonché dello stile di vita dei principi Esterházy: 141 pezzi di preziosa porcellana della manifattura Frankenthal sono infatti visibili al pubblico come pure il servizio da tavola in argento degli Esterházy, il più grande al mondo in stile impero tramandatoci in ottimo stato di conservazione, realizzato dalla leggendaria oreficeria viennese Würth. Accanto a mobili riccamente decorati sono esposti anche squisite miniature, dipinti e sculture. Un pezzo di speciale pregio: la statua in marmo della principessa Leopoldine Esterházy seduta, opera di Antonio Canova, la star tra gli scultori dell’epoca. Il percorso espositivo conduce anche alla celebre sala da concerto del castello, oggi nota come Haydnsaal, ovvero Sala Haydn. Fatta realizzare dal Principe Paolo I come salone di gala e delle feste e riccamente affrescata, nota anche come “Grande Sala”, nel XX secolo ricevette il nome che porta ancora oggi grazie alla splendida acustica e alle meravigliose decorazioni che ne fanno un gioiello tra le sale da concerto.
 
Lappartamento della Principessa
Donne di grande fascino – Biografie avvincenti

Nel 2012 sono state rese accessibili al pubblico le stanze delle principesse consorti Esterházy. La mostra “Das Appartement der Fürstin” (L’appartamento della Principessa”) – tra cui è possibile ammirare lo studio con straordinari pannelli rivestiti in seta importata dall’Asia – consente una visione privilegiata nel mondo e nella vita di tre donne dal carisma unico: Maria Josefa Hermenegilda, nata Principessa Liechtenstein, appassionata mecenate di Joseph Haydn; Maria Theresia, nata Principessa Thurn und Taxis, donna di grande bellezza e per questo corteggiatissima durante il Congresso di Vienna; e infine Lady Sarah Child-Villiers, talento musicale, una vera “bellezza” inglese, scomparsa in giovane età.

Haydn explosiv*2014
“Meine Sprache verstehet man durch die ganze Welt” (J. Haydn)
“La mia lingua è compresa in tutto il mondo”

La mostra permanente è un omaggio al genio musicale di Joseph Haydn e illustra in modo sorprendentemente vivace l’unicità della vita di questo artista  eccezionale e, al tempo stesso, il mecenatismo in ambito musicale alla maniera degli Esterházy. Per oltre 40 anni, Haydn fu al servizio dei principi Esterházy come maestro di cappella di corte e compositore. Il celebre maestro, “padre del quartetto” e “virtuoso dell’ensemble”, compose per loro Messe, opere, sinfonie, musica da camera e “Hausmusik o musica domestica” – quest’ultima nata dall’usanza, soprattutto in area tedesca, di fare musica nelle case private: tra tutte queste composizioni musicali è rimasto leggendario il quartetto op. 76 n. 3 in Do Maggiore noto come “Kaiserquartett” (Quartetto dell’Imperatore), eseguito per la prima volta a Eisenstadt nel 1797.

Il museo del vino
Una cantina piena di cultura

Un viaggio di scoperta ed esplorazione: sotto le volte a botte della cantina del castello, risalenti a circa 500 anni fa, è custodito il più grande museo austriaco dedicato al vino, con oltre 700 oggetti straordinari e unici nel loro genere legati al mondo dell’enologia e della viticoltura – dalla botte più antica fino al più antico torchio vinario del Burgenland. Un incontro alla scoperta della passione per Bacco degli Esterházy: fin dagli albori, questo casato si è dedicato alla viticoltura – già nel 1666 la cantina di proprietà del castello era in grado di accogliere 280.000 litri e i “lavoratori” – tra questi anche Haydn – erano retribuiti con “secchi” di vino. La cultura vinicola alla corte dei principi Esterházy è ampelografia, distillazione, produzione di vini e spumanti… Tutto ruota intorno al frutto della vite.

Piacere nello Schlosshof
Il Café Maskaron sorge proprio all’interno del cortile del castello ed è così chiamato dai mascheroni in pietra a ornamento del modiglione sulla facciata; è il luogo ideale per una sosta di relax e propone specialità classiche dei caffè austriaci ma anche prodotti di alta gamma del podere Esterházy, prelibatezze che deliziano anima e corpo!
Nella rinnovata Schloss Boutique del Castello Esterházy ci si guarda intorno indisturbati, si assaggia e si acquista. E con grande stile. Qui si trova tutto per deliziare lo spirito e i sensi, ma il focus è sugli Esterházy e la Pannonia: la scelta è amplissima, dalle specialità vinicole e gourmet prodotte nel podere degli Esterházy, fino a libri, articoli di cartoleria o souvenir dal gusto raffinato, idee regalo – anche semplicemente per viziarsi.
La vinoteca Vinothek Selektion Burgenland: grandiosi vini rossi, vini bianchi ricchi di personalità e vini dolci di prima grandezza – la ricchezza vinicola della regione del Burgenland è senza pari, impossibile trovarne una analoga in Austria. Queste varietà e molteplicità straordinarie, in tutte le sfumature, sono rappresentate nella nuova Vinothek Burgenland di Eisenstadt. Nessuna dislocazione sarebbe migliore di quella prescelta, proprio di fronte al Castello Esterházy, per fare conoscere e apprezzare la grande enologia del Burgenland ad appassionati e turisti da tutto il mondo.
 
La fortezza di Forchtenstein
Bastione, arsenale militare, camera del tesoro – Custode impenetrabile di ogni genere di preziosità

La sua origine risale al XIII secolo. Nel 1622 entrò in possesso del nobile casato degli Esterházy, ai quali deve il suo attuale aspetto: la fortezza di Forchtenstein, possente opera fortificata e imponente bastione, è il simbolo della potenza del Burgenland. Qui si custodivano armi ed equipaggiamenti militari degli Esterházy; sempre qui, il principe Paolo I, padre fondatore del casato, insediò la sua straordinaria “Schatz- und Wunderkammer” (Camera dei tesori e delle rarità) e un archivio. Ancora oggi, la fortezza vive della magia di tempi ormai lontani: sia che si desideri scoprirne la storia o che si voglia festeggiare in pompa magna, gli ambienti della fortezza di Forchtenstein sono unici nel loro genere.
 
La visita guidata alla fortezza
Un viaggio alla scoperta dei secoli

Durante la visita guidata alla fortezza è possibile ammirare straordinari pezzi da esposizione e ambienti di grande effetto. I visitatori avranno quindi la possibilità di scoprire i tesori di questo castello superiore barocco, tra gli altri il cortile più interno con la più estesa superficie di pittura murale realizzata “a secco” rinvenuta a nord delle Alpi, lo storico pozzo, l’oratorio, la cappella e le cucine di corte oltre a potere ammirare, nella cornice unica di quest’opera fortificata, lungo uno speciale percorso espositivo, 300 anni di storia di tradizione militare dei principi Esterházy.
 
Granate, vessilli, granatieri
I tesori dell’arsenale storico dei principi Esterházy

La fortezza di Forchtenstein, una delle sedi di museo più antiche d’Europa, fu per lungo tempo utilizzata dal casato degli Esterházy come arsenale militare. La mostra “Granaten, Fahnen, Grenadiere” (Granate, vessilli, granatieri), offre in dieci sale la possibilità di immergersi nel mondo delle uniformi militari e di conoscere a fondo il ricco e variegato deposito di armi a disposizione degli Esterházy – oggi uno dei più completi arsenali militari privati d’Europa.

La "Schatzkammer" degli Esterházy
Il mistero di mondi fantastici – Rarità da tutto il mondo

Un tempo raggiungibile attraverso corridoi segreti, protetta da meccanismi di chiusura sofisticati, parole d’ordine e, secondo la leggenda, addirittura da un coccodrillo imbalsamato messo lì a scopo “intimidatorio”, la Schatzkammer o Camera dei Tesori degli Esterházy è sopravvissuta inviolata attraverso i secoli: è l’unica stanza barocca delle arti e delle rarità al mondo rimasta intatta, sita nell’originaria collocazione, ancora visitabile e con una notevole collezione di oggetti.
 
A caccia con i principi
Quattro secoli di tradizione venatoria del casato degli Esterházy

Per oltre quattro secoli la caccia è stata di primaria importanza nella famiglia Esterházy. Si praticava l’arte venatoria ai massimi livelli. Una mostra temporanea allestita all’interno della fortezza di Forchtenstein è dedicata a questa passione del casato e illustra lo sviluppo dalle battute di caccia del XVII secolo fino alla tutela, da un punto di vista economico, conforme agli usi e alle regole della caccia, grazie all’attuale azienda forestale Esterházy.
 
 
Esterhazy Palace Eisenstadt © Roland Wimmer
Esterhazy Palace Eisenstadt © Roland Wimmer
castello © esterhazy
castello © esterhazy
Esterházy Palace © Roland Wimmer
Esterházy Palace © Roland Wimmer

Contatto

Per informazioni e prenotazioni
Esterházy Privatstiftung – Fondazione Privata Esterházy
www.esterhazy.at
Indietro alle offerte