Navigazione Contenuto Temi in Austria
close
Please choose your country:
Or choose your language:

Vorarlberg - Architetti in “padella”

Lo chiamano “il manico della padella” perché il Vorarlberg è l’area austriaca più occidentale, il Land che sfiora la Svizzera e s’insinua nella Germania, lungo e stretto come un manico da cui poi si allarga la “padella” dell’Austria tutta.

Bregenzerwald Architecture © Bregenzerwald
Siamo in montagna, tra massicci come il Silvretta, stazioni sciistiche e di passeggiate in alta quota famose: Lech, Zürs, Schruns. Ma vi sono altri aspetti e angoli interessanti del Vorarlberg, facilmente raggiungibile dall'Italia.
Una vera sorpresa è una serie di edifici di architetti geniali, ben inseriti nella natura, una tendenza che ha fatto scuola, la Vorarlberger Bauschule. Bregenz, città incuneata tra il Lago di Costanza e il Reno, è famosa per il Festival estivo di musica. La "Seebühne", il palcoscenico sul lago, e la Festspielhaus, teatro d'avanguardia, ospitano molti di questi spettacoli. Il centro storico è tradizionale, in contrasto con la Interunfall, firmata Jean Nouvel, complesso di edifici dalle linee audaci.

Un altro motivo più frivolo, adatto alle signore, per sostare a Bregenz, è la fabbrica di calze Wolford, le più care e belle del mondo. L'indirizzo? Facile: Wolfordstrasse.

Da Bregenz entriamo nel Bregenzerwald, dirigendoci verso Schwarzenberg, tra dolci montagne e prati, lungo la Käsestrasse, la strada dei formaggi. Schwarzenberg ha un centro fatto di antiche case ricoperte di tegole in legno, le "schindeln", tre le quali visse, dal 1756, la giovane pittrice Angelika Kauffmann. C'è anche un museo dedicato all'artista che amò questi luoghi e si vestiva con il costume tipico regionale.

Da ricordare che ogni fine autunno si rinnova il rito della discesa dagli alpeggi delle mucche, l'Almabtrieb, con sfilata e premiazione della più bella. La sosta per la buona cucina e per gli interni rivisitati in forme d'avanguardia, è alla Gasthof Adler. Il Bergkäse, formaggio di montagna, è il simbolo della regione. Un caseificio da visitare è la Käse Molke di Bruggan, presso Egg, edificio ipermoderno in legno e cristallo dove avviene la lavorazione del latte. Spicca tra le vecchie case in tronchi di legno in contrasto armonioso con il paesaggio. Qui Ingo Metzler tiene corsi per dilettanti formaggiai, impossibile non far scorta di buon Bergkäse sottovuto. Nei ristoranti il formaggio la fa da padrone: käsesuppe, gnocchetti al formaggio, strudel alla ricotta.

Percorrendo la strada che conduce a Faschina, località di sci, si notano case, fattorie, scuole, edifici pubblici, tutti in uno stile che guarda al futuro realizzati con materiali locali: legno, pietra e tante grandi vetrate, costruzioni armoniose e leggere. A Hittisau, lì vicino, c'è l'originale Haus Nenning, mentre a Dornbirn ecco la seicentesca locanda Rote Haus e il Museo delle Rolls Royce con 50 vetture d'epoca. L'Hotel Rickatschwende va visto per la sua progettazione e per il fitness che propone. Poco distante, un altro albergo-design, l'Hotel Martinspark, è simile a una navetta spaziale. Notevoli anche l'Atriumhaus, l'Haus am Park, la piscina coperta e il ristorante panoramico della funivia Karrenseilbahn. Si chiude l'anello a sud di Bregenz, a Lustenau dove gli architetti si sono sbizzarriti con il Millenium Park, verde quartiere prescelto da numerose aziende tecnologiche, e la "Piazza Blu" nel centro della cittadina.

Vorarlberg

Aprire fullscreen