Navigazione Contenuto Temi in Austria
close
Please choose your country:
Or choose your language:

Parco della Biosfera Grosses Walsertal

Il nome "Biosfera" mi ha subito incuriosita e l'occasione di poter visitare il Parco della Biosfera Grosses Walsertal è arrivata dall'Associazione Turistica locale; così, a fine Maggio, parto in treno da Milano per l'Austria, destinazione Bludenz.

parco della bisofera
10 anni di attività per il Parco della Biosfera

Siamo nella regione più occidentale dell'Austria, il Voralberg, e più precisamente nel distretto "Alperegion Bludenz": il parco è facilmente raggiungibile in auto a circa mezz'ora. Una distesa di fertili vallate agricole (altitudine da 500 a 2700 metri circa) mi accolgono, mucche e capre pascolano felici, bambini giocano liberamente, case ben curate e prati immensi coperti da erbe selvatiche e tanti fiori colorati.

La responsabile del Turismo, Monika Bischof, mi accompagna allo Schaefer's Hotel di Christine & Rainer in località Fontanella e nel frattempo soddisfa la mia curiosità.
Nel 2000 il Parco Grosses Walsertal riceve il sigillo da parte dell'Unesco come sito "riserva della Biosfera" e viene inserito nel programma MAB Man & Biosphere avviato nel 1970. Il motto del programma MAB è "vivere e lavorare in armonia nella natura senza danneggiarla".
Questa è quindi la preziosa chiave per entrare e scoprire il Parco. Gli abitanti dei sei villaggi (Fontanella/Faschina, Blons, Sonntag, Buchboden, Raggal, Thüringerberg), lavorano insieme all'amministrazione locale ogni giorno, per concretizzare l'obbiettivo MAB: economia, cultura, ecologia e sociale si intrecciano per valorizzare ogni singola iniziativa con lo sguardo rivolto sempre verso le generazioni future. Come il progetto alchemilla, donne appassionate di piante selvatiche che sanno coniugare la propria conoscenza con la medicina antica, la mitologia, la religione, la poesia per farne un'esperienza unica nella natura: seminari, corsi di formazione e prodotti unici per il benessere della persona.

Seguendo invece la simpatica marmotta "Burmenta" si arriva a Hauswalserstolz, una grande casa ovale "a forma di formaggio" dove si apprendono tutte le fasi di produzione del formaggio tipico della valle, gustarlo e acquistarlo direttamente. All'interno una mostra espositiva interattiva racconta e descrive la funzionalità del Parco partendo dai singoli colori del logo, risultato di una gara scolastica.

Un festival biennale WALSERHERBST (dal 27-8 al 18-9-2010) incontra i giovani, e non solo, riproponendo la storia e la tradizione della valle Walser e dei suoi abitanti ma in chiave innovativa, con eventi insoliti grazie all'arte del racconto, delle immagini, della musica e del canto, della scrittura e dei sapori culinari.

Non bisogna dimenticare la terribile valanga caduta i primi di gennaio 1954 che distrusse Blons, causando un centinaio di morti. (Centro Documentazione GEMEINDE). Da questa sciagura gli abitanti ebbero la forza di rialzarsi e di costruire quello stile di vita eco-sostenibile completo, dall'architettura al cibo, oggi presente e riconosciuto anche dal Premio EDEN 2009 European Destinations of ExcelleNce.

di Brunella Dorigo
Giornalista, Direttore rivista Eco-Coscienza www.eco-conscience.it

Parco Biosfera Grosses Walsertal

Aprire fullscreen