Navigazione Contenuto Temi in Austria
close
Please choose your country:
Or choose your language:

Fiori, frutti e gioie per il palato

La fioritura dei ciliegi non è un evento festoso solo in Giappone; anche in Austria, in primavera si celebrano i paesaggi abbelliti dai frutteti in fiore. A partire dall’estate se ne possono gustare i frutti, al naturale oppure trasformati in marmellate, chutney, succhi, sidro o distillati.

Poppies in the field © Österreich Werbung / Wiesenhofer
Le albicocche della Wachau
Quando agli inizi di aprile gli alberi cominciano a fiorire, tra i primi c'è l'albicocco, pianta originaria della Cina. Cresce soprattutto nella Wachau, lungo il Danubio. Il paesaggio si veste allora del bianco dei fiori di 100.000 albicocchi, che diffondono ovunque il loro delizioso profumo. La crescita di questa pianta è favorita dall'influsso del clima pannonico, che nella stagione fredda mitiga le temperature evitando danni alle coltivazioni.

Un viaggio attraverso la Wachau è comunque un'esperienza straordinaria in ogni periodo dell'anno: il modo migliore per esplorare il paesaggio lungo il Danubio è in bicicletta. Per saperne di più sul delizioso frutto arancione, si può passeggiare lungo il "Wachauer Marillen Erlebnisweg" (sentiero alla scoperta delle albicocche della Wachau), partendo dalla tenuta vinicola Aufreiter ad Angern. Chi preferisce il battello, può prenotare un giro della Wachau con partenza da Krems (aprile e ottobre: sempre da giovedì a domenica). Già da luglio si trovano ovunque specialità fatte in casa a base di albicocche come i dolci "Marillenknödel" (canederli di albicocche), la marmellata, il distillato, il liquore e persino lo spumante.

Il sentiero dei ciliegi in fiore
Con alcuni giorni di ritardo rispetto agli albicocchi inizia anche la bianca e magnifica fioritura dei ciliegi della zona del Leithaberg nel Burgenland settentrionale. Attualmente sono più di 15 le varietà coltivate nei dintorni di Donnerskirchen, Purbach, Breitenbrunn, Winden e Jois. Dall'altura ove sorge la chiesa fortificata di Donnerskirchen si gode una splendida vista sugli alberi in fiore. Da qui inizia anche il "Kirschblütenweg" (sentiero dei ciliegi in fiore), percorribile in circa un'ora e mezza di cammino, che termina presso l'osteria Schemitz. Qui la fioritura dei ciliegi viene festeggiata come si deve da maggio a giugno.

Fiori di melo e distillati di mele
Senza dubbio il frutto prediletto dagli austriaci è la mela. Ogni austriaco ne consuma in media 28 chili all'anno. Le coltivazioni si trovano in Stiria orientale, nella zona collinare "Bucklige Welt" (Bassa Austria), nella valle Lavanttal, nei dintorni di Bramberg, nell'alta valle dell'Inn in Tirolo e nei dintorni di Kukmirn nel Burgenland. In aprile il paesaggio a meleti di queste zone è un'esplosione di fioriture. In autunno ha inizio la raccolta e la lavorazione dei frutti. La maggior parte dei ristoratori inserisce allora nel proprio menù qualche piatto con le mele: pollo alle mele, terrina di coniglio alle mele e naturalmente il classico strudel. Nella carta dei vini si trovano lo spumante, il distillato, il liquore e il popolare sidro di mele, al quale ogni anno è dedicata un'apposita fiera nella Lavanttal, in Carinzia.

Il miglior distillato di mele d'Austria è senza dubbio l'"Abakus", prodotto dagli "Apfelmänner": 23 uomini in saio scuro lo distillano secondo un antichissimo rituale. La ricetta esatta della sua preparazione è mantenuta segreta. Si sa solo che ogni anno vengono prodotte 1.444 bottiglie di "Abakus".

I campi di papaveri del Waldviertel
Chi non si è ancora saziato della vista di albicocchi, ciliegi, meli e peri in fiore, in luglio può deliziarsi gli occhi con i variopinti campi di papaveri del Waldviertel: giallo-arancioni, lilla, bianchi, rossi e viola scuro danno vita a una gara di colori. Il tipico "Waldviertler Graumohn" (papavero dal seme grigio) bianco, lilla e rosso viene impiegato nella preparazione di numerose specialità: "Mohnknödel" (canederli al papavero), "Mohnzelten" (dolci ripieni al papavero), strudel, "Mohnnudeln" (pasta al papavero) o "Tatschkerl" (mezzelune di pasta ripiene). E ad Armschlag, paese dei papaveri, tutto è all'insegna di questo fiore: dal menù "Mohnamour-Speisekarte" (papavero mon amour) al pernottamento nel "Mohnappartment" (appartamento dei papaveri) il papavero è protagonista incontrastato.

Per ulteriori informazioni e suggerimenti, potete contattare gli esperti del nostro Servizio Informazioni, Fabio e Ottavio, al numero 840 99 99 18 (costo fisso chiamata 15 cent.) oppure scrivere a vacanze@austria.info