Navigazione Contenuto Temi in Austria

Hotel Schwanen nella Bregenzerwald nel Vorarlberg
Consigli speciali da Austria Turismo

Nuovo e antico, moderno e tradizione: nessun'altra regione punta sulla complicità tra i contrasti in ambito architettonico come il Bregenzerwald. L'Hotel Schwanen a Bizau però si spinge notevolmente oltre proponendo una cucina per buongustai di carattere contemporaneo ma basata su ricette di epoca medioevale.

 © A. Bereuter
Sia che si tratti di formaggini di latte di capra gratinati con erba orsina, di sella d'agnello accompagnata da un gröstl a base di topinambur o ancora di una mousse di tarassaco su letto di lamponi: all'Hotel Schwanen, affacciato direttamente sulla piazza della chiesa di Bizau, non si cucina solo in modo apertamente creativo ma, volendo, anche in modo dichiaratamente sano. Se lo si desidera, è possibile non solo gustare ghiottonerie della tradizione austriaca che si rifanno alle ricette tramandate da Hildegard von Bingen. Non importa per quale tipo di cucina si decida di optare: queste prelibatezze, alle quali la guida Gault Millau ha assegnato 14 punti, vengono servite nell'antica Gaststube, nel ristorante di design moderno oppure nello splendido giardino riservato agli ospiti.

E se poi verrà voglia di fermarsi, basta lasciarsi tranquillamente andare al relax in una delle camere completamente rinnovate di questo hotel a 4 stelle. Massima importanza è stata data a tutto ciò che è naturale e di provenienza della regione. Accanto alle ampie finestre della facciata con vista sui monti circostanti, sono soprattutto i materiali di costruzione e di arredamento impiegati a entusiasmare gli ospiti, nello specifico quercia autoctona, cembro e abete bianco.

Per i salutisti convinti vengono organizzate, in periodi stabiliti, settimane dedicate alla dieta e alla depurazione. Per i buongustai, invece, è possibile iscriversi ai corsi di cucina del Schwanen, e se per una volta si riesce a passare per una bella scorpacciata, non si può mancare di ordinare il "Wilde-Weiber-Menü" - e lasciarsi quindi sorprendere.

www.schwanen.at