Ricerca
    • Castello Ambras
      media_content.tooltip.skipped

    Il castello di Ambras e l’amore segreto per Philippine Welser

    Il castello di Ambras fu costruito dall’arciduca Ferdinando II come rifugio per la moglie segreta, Philippine Welser, sui resti di una fortezza medievale. Sono tanti i racconti che intrecciano il castello e la vita della sua signora. Scrigno d’arte e d’amore, oggi Ambras è un luogo di ispirazione per tutti.

    I personaggi di una storia d'amore, tra verità e romanzo

    •                 Philippine Welser / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped
    •                 Ferdinando II / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped
    •                 I figli di Philippine Welser Andreas e Karl / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

    I castelli affascinano, con la loro architettura possente, la decorazione artistica degli ambienti, i giardini rigogliosi. Ma anche per gli avvincenti racconti del passato. Il castello di Ambras, non lontano da Innsbruck, in Tirolo, è uno scrigno di arte nato per una bella storia d’amore, che ha per protagonisti l’arciduca Ferdinando II e Philippine Welser.

    Secondo tradizione, Ferdinando avrebbe dovuto sposare la discendente di una famiglia aristocratica. Ma come spesso accade in amore, le cose andarono diversamente: nel 1557 sposò segretamente Philippine Welser, figlia di un semplice mercante. Un matrimonio in quei tempi fortemente disapprovato. Tuttavia, Ferdinando I, Imperatore del Sacro Romano Impero, concesse il perdono al figlio, a patto che l’unione rimanesse segreta e che i figli fossero esclusi dalla successione degli Asburgo.

    Nonostante il vincolo segreto, i due coniugi furono molto legati, tanto che l’arciduca Ferdinando donò alla moglie il castello di Ambras, costruito da poco.La coppia ebbe quattro figli, di cui due gemelli morti in tenera età. Solo nel 1576, grazie all’ordinazione cardinalizia del primogenito, il matrimonio fu riconosciuto dal Papa. Esonerati dal segreto, i due amanti poterono rivelare tutto il loro amore. Si racconta che la bella Philippine si dedicasse a opere di carità e ai malati, che aiutava a guarire con la conoscenza delle erbe medicinali. Ma questo non fu l’unico motivo per cui era benvoluta dal popolo e dalla nobiltà: Philippine ha perfezionato la cucina casalinga e le viene attribuito anche un libro sulla cucina del tempo.

    Il castello di Ambras: una casa per l’arte

    •                 Castello Ambras, Innsbruck / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      Vista esterna del castello

    •                 Cortile interno, castello Ambras / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      Il cortile interno del castello

    •                 Armeria, castello Ambras / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      L'armeria del castello di Ambras

    •                 Castello Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      La Sala Spagnola

    Il maniero, circondato da magnifici giardini, ospita una delle sale artisticamente più importanti del tardo Rinascimento, oggi nota come Sala Spagnola. Il grande salone, con soffitto a cassettoni e porte finemente intagliate, è decorato da 27 ritratti di principi regnanti tirolesi.

    Ma è il Castello Inferiore a rivelare lo spiccato interesse di Ferdinando II per l’arte di ogni tipo, grazie a cui già allora aveva formato una collezione di armature, ritratti, rarità di grande valore. Secondo i documenti, l’Arciduca fece costruire il Castello inferiore per ospitare questi oggetti preziosi, inaugurando una Kunst- und Wunderkammer, una camera delle meraviglie. Fu così che il Castello di Ambras divenne il primo museo al mondo. Anche il parco di 20 ettari è una sintesi di arti. Già allora ospitava una cascata artificiale, che ancora oggi delizia i visitatori. Secondo i documenti, i vasti giardini erano colmi di flora e fauna, e non mancavano serre, stagni per la pesca, vigneti, riserve di selvaggina.

    Il benessere nel XVI secolo

    •                 Stanza da bagno di Philippine Welser / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      L’ala del bagno di Philippine nel castello di Ambras

    Una particolarità del castello è l’ala dedicata ai bagni di Philippine Welser. Arredato in modo estremamente lussuoso per l’epoca, il bagno era saldamente inserito nella routine quotidiana della duchessa. La vasca profonda 1,60 metri veniva riscaldata non solo con una stufa, ma anche con pietre calde che rilasciavano ulteriore calore. L’aggiunta di erbe, passione della duchessa, aveva lo scopo di fornire un effetto curativo.

    La sontuosa ala del palazzo non era solo un rifugio per rilassarsi. Il bagno era anche un rituale sociale: cibo e bevande venivano serviti ai bagnanti, che passavano ore insieme. Grazie alla versatilità del luogo, si facevano piccoli interventi e trattamenti per il corpo. L’ala balneare, insomma, era una sorta di Spa rinascimentale. Il bagno era anche una buona scusa per intravedere corpi femminili nudi in quei tempi così pudici. Si suppone che la vita di Philippine sia finita proprio in questa vasca da bagno. La leggenda su una morte non naturale dura ancora oggi: si dice che la suocera non abbia mai superato il matrimonio del figlio con una borghesuccia.

    Un amore proibito sulle scene del teatro

    Schikaneder
    media_content.tooltip.skipped

    L'opera di Emanuel Schikaneder

    La segreta storia d’amore che si svolse nelle sale del castello di Ambras di Innsbruck ha ispirato l'opera Philippine Welserinn, die schöne Herzoginn von Tyrol di Emanuel Schikaneder. L'opera racconta con grande realismo la vita e le opere di Philippine Welser e la sua emozionante storia d’amore con Ferdinando II. Emanuel Schikaneder deve la sua fama a Mozart, per cui scrisse il libretto del Flauto magico.

    Castello Ambras, Innsbruck / Innsbruck, Schloss Ambras
    media_content.tooltip.skipped

    Il castello delle favole, sempre incantevole

    A pochi chilometri da Innsbruck, oggi il castello di Ambras è tra le più belle attrazioni turistiche dell’Austria. Come primo museo al mondo, ha plasmato il patrimonio culturale europeo. Nell’attuale esposizione si è cercato di ricreare le diverse sale così come volute dall’arciduca: la Camera dell’Arte e delle Meraviglie, la Camera delle Armature e l’Antiquarium.

    Un punto culminante è la Galleria dei ritratti asburgici con capolavori di Velázquez, van Dyck e Rubens, ma anche l’Armeria e la Camera dell’Arte e delle Curiosità deliziano gli amanti dell’arte e della cultura. La Sala Spagnola è utilizzata come straordinario palcoscenico per i concerti estivi. L’incantevole giardino del palazzo invita a fare una passeggiata sulle orme di Philippine Welser, in armonia con la natura.

    Scoprite di più

    Passione collezionismo: una camera delle meraviglie in Tirolo

    La storica dell'arte Veronika Sandbichler racconta questa straordinaria raccolta di oggetti.

    •                 Ambras Castle in Innsbruck / Innsbruck, Schloss Ambras
      media_content.tooltip.skipped

      L'arciduca Ferdinando II d'Asburgo ha fondato il più antico museo del mondo nel castello di Ambras a Innsbruck.

      Scoprite di più

    Altri articoli che potrebbero interessare

    •                     Angelika Kauffmann, Autoritratto in costume tradizionale del Bregenzerwald, 1781
      media_content.tooltip.skipped

      Angelika Kauffmann, la ragazza prodigio della pittura

      La biografia di Angelika Kauffmann contiene tutto il necessario di una figura di culto: talento, glamour, scandalo, acume negli affari e una vita da jet-set - anche se con cavallo e carrozza.
      Scoprite di più
    •                     Emilie e Pauline Flöge, Gustav Klimt, Hermann Flöge e Hermine Flöge in barca sul Attersee, 1905
      media_content.tooltip.skipped

      Emilie Flöge, la rivoluzionaria della moda e Il bacio di Klimt

      Molto di più della musa di Klimt, il famoso pittore austriaco. La stilista Emilie Flöge era una rivoluzionaria della moda e un’imprenditrice di successo.
      Scoprite di più
    media_content.tooltip.skipped