Ricerca
    • in the forest
      media_content.tooltip.skipped

    breathe.time

    La Natura, luogo dell’anima. Vitalità allo stato puro. La sentite questa nuova leggerezza? È la natura che vi solletica i sensi. È il bosco che vi entra dritto nel cuore. È il suo silenzio che vi parla.

    La carezza di un giorno d’estate vi sfiora fin dal mattino presto. La sentite sulla pelle appena svegli, tonificante come una doccia fresca. Spalancate la finestra e l’alito frizzante della notte è ancora là... Che abbia piovuto? O è semplicemente la rugiada, che durante la notte ha vestito erba e foglie, a regalare questa impagabile frescura? Inspiratela a fondo e date inizio a un nuovo meraviglioso giorno. Approfittate al completo del pacchetto benessere che la natura vi offre: l’aria pulita, il tepore del sole, il verde intenso di prati e boschi, lo spettacolo della luce su ogni cosa... Stimoli ovunque per i sensi, solleticati e coccolati al tempo stesso.

    La natura solletica i sensi

    • A ritmo con la natura

      Inspirare, fermarsi, espirare, ripartire. Vivere il bosco è una questione di ritmo. Prendetevi tutto il tempo che volete per guardare con le mani, toccare con gli occhi... Liberate i vostri sensi e lasciali giocare. Abbandonatevi al respiro lento e consapevole della natura. Lasciate che vi insegni a condividere le emozioni del bosco, del prato, dell’acqua, di ogni cosa intorno a voi.

    • Dimenticate il tempo, ritrovate il tempo

      Non avete mai tempo... Ma che cos’è questo tempo in fondo? Il motto giusto: non esserne schiavi, imparare a viverlo. Dimenticate l’orologio e respirate. Lasciate che a darvi il ritmo siano il sole, il vento, il tepore di ogni singolo attimo trascorso all’aperto, nell’abbraccio senza tempo della natura.

    • Un fresco pieno d’energia

      La misura di tutto è la natura, basta ascoltarla. Se glielo permettete, vi riattiva i sensi sopiti: semplicemente con la frescura di un bosco di faggi, con i prati soleggiati, con il gorgoglio di un ruscello. Un’iniezione di vitalità con cui recuperare energia e farne scorta.

    Il profumo del legno, del bosco e delle erbe

    Esplorate la natura con l’olfatto

    La natura è faccenda per nasi fini. Spalancate le vostre narici ai profumi del bosco, dei prati in fiore, dei ciuffi di aromatiche. Una gamma di odori inebrianti è lì per sedurvi, per risvegliare il vostro fiuto fuori allenamento, appiattito dagli effluvi della vita di tutti i giorni. Inspirate ogni singolo odore e anche quel mix di profumi naturali che è essenza della vita.

    Coccolate i vostri nasi inspirando i vapori seducenti sprigionati dagli aghi di pino. Catturate con le narici la fresca umidità del muschio o l’aroma secco del fieno. Di questi e altri profumi indimenticabili saranno impregnati i ricordi più belli della vostra vacanza... Il pontile che odora di legno sul lago, la passeggiata inebriante tra i fiori all’alpeggio, il sonno ristoratore sul letto di cirmolo... la memoria si fa profumo.

    Kräuter-Biobauernhof Köstl
    media_content.tooltip.skipped

    Ci vuole naso per una vacanza indimenticabile. Ecco 4 idee profumate.

    • tree trunks
      media_content.tooltip.skipped

      L’artigianato del legno nel Bregenzerwald L’artigianato del legno nel Bregenzerwald

      In Vorarlberg, in particolare nel Bregenzerwald, il legno è protagonista assoluto dell’artigianato e dell’architettura locali. A tutela di questo legame antico è nato il Werkraum Bregenzerwald, un consorzio di artigiani, artisti, designer, architetti...

      Scoprite di più
    • Explore the herbs in the region of Hochkönig
      media_content.tooltip.skipped

      A caccia di erbe sull’Hochkönig A caccia di erbe sull’Hochkönig

      Il Salisburghese è noto per le passeggiate tra gli alpeggi odorosi di erbe aromatiche. Qui è vastissima la varietà di piante spontanee che vengono poi raccolte e lavorate per realizzare eccellenze naturali per il benessere, la salute e la gastronomia. 

      Scoprite di più
    • Zirbenweg (de)
      media_content.tooltip.skipped

      Passeggiata tra i pini cembri, nel Salisburghese Passeggiata tra i pini cembri, nel Salisburghese

      Mai stati in un bosco di pini cembri? Più che il passo, conta il respiro. Il profumo intenso del cirmolo è un vero toccasana... Provare per credere, a Bad Gastein, dove l’albero delle meraviglie –il Pinus cembra- è di casa. Bello da vedere, fa anche bene al cuore, rilassa e seduce in cucina.

      Scoprite di più
    • Kräuter-Biobauernhof Köstl
      media_content.tooltip.skipped

      Carinzia: respirare la natura nel villaggio delle erbe Carinzia: respirare la natura nel villaggio delle erbe

      Le erbe spontanee sono preziose e conoscerne pregi e virtù è un privilegio. A Irschen, ribattezzato “il villaggio delle erbe”, il loro aroma si respira nell’aria e suggerisce dolci segreti della natura, tutti da scoprire. Proprio qui. 

      Scoprite di più

    Natura, fonte di emozioni e di energia

    • in the forest
      media_content.tooltip.skipped
    • Logs in front of a mountain hut
      media_content.tooltip.skipped

    Sentite? Il silenzio vi parla...

    Saper ascoltare la natura

    Accomodatevi su quel vecchio tronco, all’orlo del bosco. Un bel posto in prima fila, con la possibilità di allungare le gambe e nessuno davanti. Presto! Il concerto della natura sta per iniziare! Il frinire dei grilli nel prato, il cinguettio degli uccellini tra le chiome degli alberi, il ticchettio del picchio sulla corteccia... Spesso i musicisti neanche si vedono, ma se sapete ascoltarli non vi perderete nemmeno una nota. Il silenzio nel bosco è musica.

    Se siete abbastanza attenti, di notte potete sentire persino il concerto silenzioso delle stelle... Nel verde non avete scuse: i rumori di tutti i giorni sono lontani e davanti a voi la natura sussurra il suo canto. E se al sicuro dal rumore e dalle distrazioni si riuscisse a sentire anche i pensieri? Chi lo sa... Tendete le orecchie e provateci!

    in the forest
    media_content.tooltip.skipped

    Che cosa fa della natura un luogo dell’anima?

    Dolci tentazioni

    Quando la natura seduce il palato

    Lasciatevi tentare. Concedetevi il dolce, lento e consapevole abbandonarsi alle seduzioni gastronomiche della cucina naturale. Fatevi coccolare anche a tavola, assaporate senza fretta tutti i gusti della natura. Erbe, frutti e altri doni vengono sapientemente rielaborati da cuochi e chef in ricette sane e golose, che stuzzicano non solo il gusto ma anche gli altri sensi. Erbe spontanee, ortaggi da coltivazione biologica, carni da allevamenti etici e prodotti a chilometro zero, con in più l’amore per la semplicità e la genuinità. Per un mangiare lento e consapevole.

    È un concetto molto semplice: si tratta di avere la voglia e la curiosità di assaggiare cose nuove, esplorare altri sapori. E si tratta soprattutto di essere disposti a prendersi il tempo necessario a farlo bene. La fretta è nemica del gusto e della qualità. Che si tratti del latticello prodotto in malga, dei canederli allo speck preparati in agriturismo o dell’Alpine Cuisine proposta dai ristoranti di livello, ci vuole comunque calma. Nella preparazione così come nella degustazione. E sempre con pazienza, l’Austria vi aspetta, pronta a sedurvi con le specialità enogastronomiche delle sue regioni. Difficile resistere a una gamma così ricca di sapori inimitabili!

    Scoprite di più
    Rest during a hike in the region of Irschen
    media_content.tooltip.skipped
    Almjause: Gailtaler Speck

    6 consigli "con gusto"

    media_content.tooltip.skipped

    Nella "terra del gusto.“

    Quando si tratta di mangiare e bere bene nel senso più vero della parola, della consapevolezza della passione e del lavoro nascosti dietro al prodotto, dell’importanza di un gustare lento e conscio, una destinazione giusta è senza dubbio la Carinzia. Qui tutto ha il sapore genuino della regione Alpe-Adria. In Carinzia, splendida regione di confine, nel sud dell’Austria, la gastronomia è una golosa contaminazione di gusti e tradizioni, un mix irresistibile di antiche usanze, rispetto per la natura, dedizione, cura e amore. Tre vallate - Lesachtal, Gailtal e Gitschtal- e un lago -il Weissensee- si sono consorziati per la tutela e la promozione di una cucina a base di prodotti naturali ed eccellenze locali.

    La Carinzia è diventata così la prima Slow-Food-Travel-Destination al mondo. Quello slow food che a livello internazionale tutela il prodotto e che qui è semplicemente uno stile di vita, tramandato di generazione in generazione.

    Una destinazione del gusto senza fretta, all’insegna di una gastronomia naturale, di livello e consapevole. A garantire la massima qualità agli operatori della ristorazione è un circuito di produttori e agricoltori selezionati, che non si limitano a fornire i loro prodotti ma invitano anche a vederli nascere. È infatti possibile assistere alla panificazione dal fornaio, alla preparazione di piatti a base di erbe nelle cucine, alla lavorazione del latte in caseificio o alla produzione di birra nei birrifici. Una festa dei sensi, non solo il gusto, per la quale un ingrediente, ormai prezioso, è imprescindibile: il tempo.

    Connessi alla natura, connessi a se stessi

    • in the forest
      media_content.tooltip.skipped

      Abbracciare gli alberi

      Abbassare lo stress e la pressione arteriosa, rinforzare il sistema immunitario... si può fare in modo naturale? Certo. Basta un semplice abbraccio. A un albero.

      Parco della Biosfera Unesco del Lungau
    • in the forest
      media_content.tooltip.skipped

      Inspirare benessere

      In Austria, l’aria del bosco è talmente fresca. Ossigenante. Frizzante. Quasi pizzica il naso! Nessun pericolo di essere punti, invece, ma solo tanto benessere dalla Bienenluft, letteralmente l’aria delle api. In concreto, si inala aria (satura di aromi essenziali) dagli alveari e così si rinforzano le difese immunitarie, si riduce lo stress e si migliora il benessere generale.

      Apicoltura nel Böhmerwald
    • Cooling in a creek
      media_content.tooltip.skipped

      Passeggiare a piedi nudi

      Camminare sull’erba, sui sassi, sul muschio, e nell’acqua riattiva la circolazione. Assomiglia a un benefico massaggio plantare, ma è molto meglio. Riflessologia naturale. 

      Dove passeggiare a piedi nudi nel Salisburghese

    Una tavolozza di aria, acqua e terra

    Natura, emozioni a colori

    Avventuratevi tra le chiome degli alberi, fermatevi e osservate: quello che si schiude davanti a voi è un piccolo miracolo. La bellezza infinita della natura, la sua tavolozza di colori, la luce che li accende, sono balsamo per gli occhi e per l’anima. Quello del bosco è molto più di un semplice abbraccio: è una sferzata di energia, è un’iniezione di benessere. E al bosco allora chi ci pensa? Chi gli infonde energia? Chi lo fa stare bene? Ebbene, il bosco fa tutto da solo.

    • Gli alberi parlano tra loro: tramite essenze odorose e una capillare rete micorrizica sotterranea (creata dalla simbiosi tra funghi e piante superiori), si scambiano informazioni. 
    • Gli alberi fanno un “passo” indietro: rispettosi dei loro simili, per non ostacolarne la crescita, si prendono solo lo stretto spazio necessario e lasciano il resto al fusto che gli è accanto.
    • Gli alberi hanno memoria: registrano tutti gli influssi e i cambiamenti dell’ambiente circostante e con estrema flessibilità e previdenza vi si adattano.
    • Gli alberi sono altruisti: si preoccupano della loro “comunità” e tramite le radici inviano nutrienti là dove servono.
    enjoying nature
    media_content.tooltip.skipped
    in the forest

    Forest Bathings

    media_content.tooltip.skipped

    Un’immersione nel bosco, un tuffo nel benessere

    Il bosco è comunque sempre fonte di benessere. Sia che lo viviamo come una palestra sotto il cielo dove praticare fitness, sia che decidiamo invece di viverlo in tutta lentezza, godendo dei suoi salutari influssi. In quest’ultimo caso è bene chiamare a rapporto tutti i nostri sensi, per conquistare un equilibrio totale, che passa attraverso gli occhi, le narici, le mani e ogni centimetro della nostra pelle. Passo dopo passo, con tutta calma, gli occhi spalancati davanti alla bellezza del paesaggio, le narici allargate a inalare aria pulita, la pelle sentinella di ogni singola sollecitazione... Guardare, inspirare, toccare, ascoltare, percepire. Obbedire a un ritmo nuovo, lento, rilassante e rigenerante. Il bosco fa bene alla salute. Sembra una magia, ma non è così.

     Studi internazionali confermano infatti che il bosco ha effetti benefici sul corpo, la psiche e l’anima. Quello che la medicina tradizionale giapponese riconosce già da tempo –lo Shinrin Yoku- non significa altro che “immergersi nell’atmosfera del bosco”. Insomma, una full immersion nel benefico habitat per conquistare o recuperare l’equilibrio psico-fisico. 

     Un termine suggestivo insomma per una semplice, naturale pratica. Nella cultura occidentale, il concetto è stato tradotto con l’altrettanto suggestivo “bagno nel bosco”. Annusare l’odore della terra, ascoltare il fruscio delle foglie, sentire la carezza calda del sole, inspirare le essenze nell’aria, catturare con gli occhi l’immensa bellezza della natura, lasciar fluire i pensieri... Rallentare il passo e godere appieno del momento. Il benessere parte dal ben-essere. Basta davvero poco per stare bene, in assoluto e con se stessi.

    Dentro la natura: 4 vacanze nel bosco (e sul lago)

    • Almdorf Seinerzeit: glamping all’alpe Almdorf Seinerzeit: glamping all’alpe

      Terrazze panoramiche, vista mozzafiato sulla valle, natura a tutto tondo. In Carinzia, lontano dal mondo ma vicinissimo all'incontaminato Parco della Biosfera dei Nockberge, ecco un pugno di chalet dove rigenerarsi nella natura senza rinunciare al comfort.

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Avventura nel bosco, ma non troppo. Le palafitte glam del Safari-Lodgezelte Avventura nel bosco, ma non troppo. Le palafitte glam del Safari-Lodgezelte

      Tra le cime soleggiate del Tirolo, accoccolato con le sue acque in un paradiso verde, il Natterer See è il luogo ideale per praticare il glamping: campeggio nella natura, ma con comfort e stile.

      Scoprite di più
    • bivouac
      media_content.tooltip.skipped

      Il rifugio Radura al Lago, sulle sponde del Millstätter See, in Carinzia Il rifugio Radura al Lago, sulle sponde del Millstätter See, in Carinzia

      Trascorrere la notte direttamente a bordo lago, con una vista spettacolare sul cielo stellato. Che sistemazione romantica... soprattutto se completata da un bel cestino di benvenuto, con spumante, frutta e altre leccornie.

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Baumhaus-Lodge: dormire sugli alberi Baumhaus-Lodge: dormire sugli alberi

      Avete mai sognato di svegliarti tra le chiome degli alberi? Al Baumhaus Lodge di Schrems, in Bassa Austria, il sogno è realtà. Qui gli alloggi, tutti eleganti e confortevoli, sono case accoccolate come nidi sugli alberi. 

      Scoprite di più

    Laghi cristallini, ruscelli briosi e fresche sorgenti

    Tuffatevi nelle acque d’Austria!

    Chiare, fresche et dolci acque... Che cosa di ancor più aulico avrebbe scritto Petrarca se a ispirarlo fossero state le acque d’Austria? Numerosissime sorgenti esterne e sotterranee alimentano fiumi, ruscelli e laghi di cui il Paese è infinitamente ricco. Addirittura, uno dei Paesi più ricchi d’acqua al mondo. Briosi ruscelli alpini, fiumi tumultuosi, placidi laghi e cascate spumeggianti... non c’è limite alla bellezza di Madre Natura, in tutte le sue forme. A partire da quelle fluide.

    Mantenere la purezza delle acque è una priorità assoluta in Austria. È in cima alla lista delle norme comportamentali in fatto di ecologia e responsabilità. Le buone pratiche ambientali ci aiutano a mantenere pulite le nostre acque. L’88 % delle località balneabili in Austria sono definite ottime. D’altro canto, la maggior parte dei laghi austriaci non sono solo balneabili, ma addirittura potabili!

    Scoprite di più
    Creek
    media_content.tooltip.skipped

    Dalle cascate microgocce di salute

    waterfall

    Cascate di Krimml

    Quelle che precipitano spumeggianti dalla montagna, nella regione del Parco Nazionale Alti Tauri, nel Salisburghese, sono le cascate più alte d’Europa. Non solo uno spettacolo per gli occhi, ma un toccasana per i polmoni. È infatti dimostrato scientificamente che inalare la loro acqua nebulizzata, ricca di ioni, apporta indiscussi benefici. Quella nebbiolina di preziose microgocce è depurativa e lenitiva. Non solo: attenua i sintomi di asma, stress e infiammazioni cutanee. Basta semplicemente inspirare...

    Scoprite di più
    media_content.tooltip.skipped
    • Salzawaterfall
      media_content.tooltip.skipped

      La cascata Salza del Schladming-Dachstein

      Uno spettacolo: una caduta di 40 metri nel blu

    • Grawa waterfall
      media_content.tooltip.skipped

      La cascata Grawa nella valle dello Stubai in Tirolo

      La cascata più ampia delle Alpi Orientali, un vero monumento naturale

    • Sonnenschein beim Wildsteiner Wasserfall
      media_content.tooltip.skipped

      La cascata di Golling nel Salisburghese

      In 2 salti l’acqua scende per 75 metri. Impressionante e curativa

    • Stuibenfall, Wasserfall im Ötztal
      media_content.tooltip.skipped

      La cascata Stuibenfall nell'Öztal in Tirolo

      Come dice il nome, cascata polverosa, tanta nebulizzazione creata dalla caduta di 159 metri

    media_content.tooltip.skipped