Please choose Language or Country
or

Stile di vita alpino

In passato, i giovani lasciavano le montagne per andare in città, oggi rimangono in montagna o ci ritornano per vivere le Alpi in modo del tutto personale.
 

La fortuna di vivere le Alpi

  • Vivere le Alpi © Österreich Werbung / Sebastian Stiphout Vivere le Alpi © Österreich Werbung / Sebastian Stiphout
  • Vivere le Alpi: vivere la montagna attivamente

  • Vivere le Alpi: momenti che si ricordano per tutta la vita

  • Vivere le Alpi: essere artefici della propria fortuna

Rallentare, comunità, stile di vita sostenibile

I primi minuti di un nuovo giorno, quando la luce è ancora riluttante a uscir fuori e il mondo, in un certo senso, sta ancora nella fase di riavvio: forse già da qui si può intuire che cosa significhi gioia di vivere alpina. In città a quest’ora si sentono suonare i primi clacson delle auto e le sirene delle ambulanze, e ancor prima di essere scesi dal letto, sappiamo già che cosa ci si prospetta: stop-and-go in macchina, ressa nella metropolitana, fretta, frenesia, palpitazioni. E in montagna? 
 

Piccoli momenti di pausa

In montagna il giorno inizia diversamente. Con il canto degli uccelli tra gli alberi dietro casa. Con il rintocco della campana della cappella. Con l’odore di bosco e prato, che penetra dalla finestra aperta. E con la consapevolezza che questa giornata tra le montagne  porterà con sé piccoli momenti di pausa: ci sarebbero i due minuti di chiacchierata con il postino che ci viene incontro pedalando sulla strada per l’ufficio, la vista dalla scrivania sul luccichio del ghiacciaio fuori dalla finestra, l’odore del fieno tagliato nella pausa pranzo, improvvisamente.
 

Stile di vita alpino: realtà, non slogan

Che cos’è esattamente questa „gioia di vivere alpina“? Una mentalità? Ma sì. Uno stile di vita? Certamente. La consapevolezza di essere qui ed ora al posto giusto? Naturalmente. Qualcosa innescato in noi dalla natura e dalle montagne? Senza alcuna ombra di dubbio! Chiedendolo alle persone che hanno scelto di vivere sulle Alpi, si ricevono le risposte più diverse. Quelli che sono tornati dalla citta, perché sentivano la mancanza della pace e della luminosità delle Alpi, o che non erano nemmeno andati via. Sono persone che ci tengono alla comunità della vita di paese. Che una volta finito il lavoro preferiscono pedalare attraverso i prati per tornare a casa invece di attraversare zone industriali. Quelli che amano la forza della montagna, la purezza dell’aria e la tranquillità dei boschi, e che nel fine settimana non hanno voglia di salire in macchina per arrivare in un posto dove tutto questo è possibile: nella natura. Quelli che vogliono respirare a pieni polmoni. E trovare la serenità. Ed essere uomini.
 

Quattro persone, quattro stili di vita alpina

Sulle Alpi austriache…

  • 4.000.000 persone vivono sulle Alpi.
  • Innsbruck iè la più grossa città delle Alpi.
  • 4.500 tipi diverse di piante crescono qui.
  • 731 cime superano i 3.000 metri di altitudine. 
  • 7.000 tra pastori e pastore accudiscono giornalmente 51.000 mucche da latte, 265.000 manzi, 9.000 cavalli, 114.000 pecore, 40.000 stambecco e 10.000 capre. 
  • 30 ghiacciai coprono una superficie pari a 450km².
  • 3.798 metri è l'altitudine del  „Großglockner“, la montagna più alta dell'Austria.
  • 290–35 millioni di anni è l'etò delle Alpi, alcuni parti sono anche più antiche.
  • 54.000 chilometri quadrati sono la parte austriache delle Alpi. Complessivamente sono estese 200.000 chilometri quadrati.
  • 480 mila miliardi di tonnellate il peso delle Alpi.
  • PeakFinder Earth © PeakFinder Earth PeakFinder Earth © PeakFinder Earth

    Earth

    La montagna chiama! Ma si chiama esattamente? Il PeakFinder indica come si chiamano le montagne in un raggio300 km. L'applicazione dispone di GPS, mappe e una bussola e si può accedere anche offline.

    Tablet / Mobile
  • Bergfex-Wetter © Bergfex Bergfex-Wetter © Bergfex

    Bergfex-Wetter

    Gli appassionati di montagna dovrebbero sempre tenere d'occhio il tempo. L'applicazione fornisce: previsioni giornaliere dettagliate per la regione alpina con temperature (min./max), vento, precipitazioni, la durata del sole, webcam, neve fresca e livelli di neve e molto altro ancora
    Tablet / Mobile
  • Essbare Pflanzen PRO © Essbare Pflanzen PRO Essbare Pflanzen PRO © Essbare Pflanzen PRO

    Piante commestibili

    Per tutto c'è un erba aromatica. Per riconoscerla lungo il sentiero che dà consigli su come raccogliere, conservare e cucinare erbe aromatiche e piante selvatiche.
    Tablet / Mobile

Ciao, il mio nome è montagna

In Austria si trovano un’infinità di montagne. Quando un’altura si può definire veramente montagna? Determinante in questo senso sono la dominanza ed il risalto. Il primo segno caratteristico è la posizione solitaria ed indica la distanza dalla montagna più vicina. Il Grimming si trova relativamente isolato tra l‘Ennstal ed il Salzkammergut. Grazie alla sua altezza di 2.351 metri, è considerata la montagna solitaria più alta d’Europa. Inoltre anche il risalto conta ai fini della definizione montagna: viene calcolato, infatti, a quanti metri d’altezza è situata la cima minore più vicina. Nelle Alpi la cima deve essere più alta dai 100 ai 300 metri rispetto a quella vicina, solo così si è una montagna indipendente.
 

Parché le montagne hanno il nome che hanno?

Kahlenberg, Mittagskogel o Gjaid Alm – i nomi dati alle montagne sembrano casuali – ma qui nulla è lasciato al caso. La prima cosa fondamentale che viene osservata per la nominazione è la forma: ha la cima arrotondata, a punta o la sommità ricorda una “testa” o la “schiena”? Anche la flora che cresce su di essa è un fattore importante – lo sanno bene Grasberg o Zirbenkogel, montagna ricoperta d’erba e di cembri. Alcune montagne – come ad esempio il Nebelstein o il Wetterkreuz, in italiano sasso fatto di nebbia e croce del tempo – sono nominate secondo gli elementi atmosferici che lì hanno luogo. Altre prendono il nome dalla posizione del sole, come ad esempio il Mittagskogel o il Zwölferspitz, nomi che giocano con il mezzogiorno.

Quando crescerò, diventerò una montagna

Anche se apparentemente le montagne sembrano crescere all’infinito su per il cielo, esse raggiungono il loro limite massimo ai 9.000 metri. Perché? Quando le montagne si alzano, dopo uno scontro tra le placche tettoniche continentali  si lacera, si creano solchi o addirittura si sgretola. Anche il tempo contribuisce a questo degrado: la pioggia, il vento e le intemperie erodono e portano via la roccia.

Informazioni & contatti

Per informazioni contattate il team del
Servizio Informazioni di  Austria Turismo
Numero Verde 800 17 50 70
dalle ore 9:00 alle ore 13:00, oppure scrivete a vacanze@austria.info 

Cataloghi sull'Austria scaricabili

Pianifica le tue vacanze in Austria, consulta o scarica semplicemente i cataloghi che ti interessano.

Cataloghi sull'Austria

Newsletter

Registrati gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere informazioni, suggerimenti e consigli.

Iscriviti subito!

Copyright immagine

Lo scopo principale dei due domini principali www.austria.info e www.austriatourism.com è la promozione di Austria come meta di vacanza.