Please choose Language or Country
or

Fiori, frutti e gioie per il palato

La fioritura dei ciliegi non è un evento festoso solo in Giappone; anche in Austria, in primavera si celebrano i paesaggi abbelliti dai frutteti in fiore. A partire dall’estate se ne possono gustare i frutti, al naturale oppure trasformati in marmellate, chutney, succhi, sidro o distillati.
Le albicocche della Wachau
Quando agli inizi di aprile gli alberi cominciano a fiorire, tra i primi c'è l'albicocco, pianta originaria della Cina. Cresce soprattutto nella Wachau, lungo il Danubio. Il paesaggio si veste allora del bianco dei fiori di 100.000 albicocchi, che diffondono ovunque il loro delizioso profumo. La crescita di questa pianta è favorita dall'influsso del clima pannonico, che nella stagione fredda mitiga le temperature evitando danni alle coltivazioni.

Un viaggio attraverso la Wachau è comunque un'esperienza straordinaria in ogni periodo dell'anno: il modo migliore per esplorare il paesaggio lungo il Danubio è in bicicletta. Per saperne di più sul delizioso frutto arancione, si può passeggiare lungo il "Wachauer Marillen Erlebnisweg" (sentiero alla scoperta delle albicocche della Wachau), partendo dalla tenuta vinicola Aufreiter ad Angern. Chi preferisce il battello, può prenotare un giro della Wachau con partenza da Krems (aprile e ottobre: sempre da giovedì a domenica). Già da luglio si trovano ovunque specialità fatte in casa a base di albicocche come i dolci "Marillenknödel" (canederli di albicocche), la marmellata, il distillato, il liquore e persino lo spumante.
Almwiese bei Matrei in Osttirol © Österreich Test / Michael Stabentheiner Almwiese bei Matrei in Osttirol © Österreich Test / Michael Stabentheiner

Per tutti i gusti

  1. I prodotti del Vorarlberg
  2. I prodotti del Tirolo
  3. I prodotti della Stiria
  4. I prodotti della Bassa Austria
  • Nature photographs - Austria's flora © Österreich Test / Michael Stabentheiner Nature photographs - Austria's flora © Österreich Test / Michael Stabentheiner
Mohnblütenfeld im Waldviertel © Waldviertel Tourismus / Robert  Herbst Mohnblütenfeld im Waldviertel © Waldviertel Tourismus / Robert Herbst

I campi di papaveri del Waldviertel

Il papavero del Waldviertel

Papavero grigio (Graumohn, insignito della Dop), papavero blu, papavero bianco... se ne vedono davvero di tutti i colori nel Waldviertel, regione rinomata proprio per la coltivazione di questo fiore dalle numerose virtù e varietà.  Da sempre protagonista in gastronomia, così come in medicina, da queste parti il papavero fa parte della tradizione e della storia. Tutti ne conoscono le potenzialità, come ingrediente in cucina, come oppiaceo in medicina o come materia prima per l’estrazione di olio. Il clima nel Waldviertel – il cosiddetto „profondo Nord d’Austria“ – è ideale per la coltivazione del papavero, che interessa ogni anno fino a 700 ettari di terreno. La sua coltivazione in quest’area ha una storia davvero antica, che risale addirittura all’Era della Pietra. Si pensi che i semi di papavero grigio del Waldviertel – oggi prodotto a - erano persino quotati in Borsa a Londra.

Curiosità dalla „Terra dei Papaveri“:

  • Il noto produttore bio Waldland coordina da oltre 20 anni la coltivazione e la commercializzazione del papavero nel Waldviertel.
  • Il rinomato olio di papavero di Ottenschlag non è solo il concentrato di un territorio meraviglioso, ma contiene un alto tasso di benefici grassi acidi  insaturi.
  • Ad Armschlag, il „paese dei papaveri“ tutto è declinato sul tema. 
  • Il sentiero didattico dei papaveri, si snoda per circa un chilometro lungo il fiume „Großen Krems" e rivela tutto su questa pianta, dalla sua storia al suo impiego in svariati ambiti, compreso quello culinario.
  • L’itinerario ad anello „Mohnstrudel“ (5 ore e mezza di cammino) parte e arriva nei pressi della locanda „Mohnwirt“ di Neuwiesinger, nei dintorni di Armschlag, toccando diversi villaggi.  Lungo il percorso si costeggiano vasti campi, ma anche piccoli appezzamenti privati, coltivati rigorosamente a papaveri di varie specie, tra cui il papavero delle Alpi dalle sfumature giallo-bianche, quello dalla corolla giallo-arancione, quello di origine orientale dagli inconfondibili petali viola scuro e bianchi e naturalmente Sua Maestà il papavero grigio Dop del Waldviertel.
  • Alla locanda „Mohnwirt“ di Neuwiesinger vi aspettano tante leccornie a base di papavero: Mohnzelten (dolcetti ripieni), dolci e torte ma anche specialità salate come canederli, pasta e persino pesce in crosta di semi di papavero.
  • Unterwegs im Apfelland der Oststeiermark © Steiermark Tourismus / Harry Schiffer Unterwegs im Apfelland der Oststeiermark © Steiermark Tourismus / Harry Schiffer

Il sentiero dei ciliegi in fiore
Con alcuni giorni di ritardo rispetto agli albicocchi inizia anche la bianca e magnifica fioritura dei ciliegi della zona del Leithaberg nel Burgenland settentrionale. Attualmente sono più di 15 le varietà coltivate nei dintorni di Donnerskirchen, Purbach, Breitenbrunn, Winden e Jois. Dall'altura ove sorge la chiesa fortificata di Donnerskirchen si gode una splendida vista sugli alberi in fiore. Da qui inizia anche il "Kirschblütenweg" (sentiero dei ciliegi in fiore), percorribile in circa un'ora e mezza di cammino, che termina presso l'osteria Schemitz. Qui la fioritura dei ciliegi viene festeggiata come si deve da maggio a giugno.

Fiori di melo e distillati di mele
Senza dubbio il frutto prediletto dagli austriaci è la mela. Ogni austriaco ne consuma in media 28 chili all'anno. Le coltivazioni si trovano in Stiria orientale, nella zona collinare "Bucklige Welt" (Bassa Austria), nella valle Lavanttal, nei dintorni di Bramberg, nell'alta valle dell'Inn in Tirolo e nei dintorni di Kukmirn nel Burgenland. In aprile il paesaggio a meleti di queste zone è un'esplosione di fioriture. In autunno ha inizio la raccolta e la lavorazione dei frutti. La maggior parte dei ristoratori inserisce allora nel proprio menù qualche piatto con le mele: pollo alle mele, terrina di coniglio alle mele e naturalmente il classico strudel. Nella carta dei vini si trovano lo spumante, il distillato, il liquore e il popolare sidro di mele, al quale ogni anno è dedicata un'apposita fiera nella Lavanttal, in Carinzia.

Il miglior distillato di mele d'Austria è senza dubbio l'"Abakus", prodotto dagli "Apfelmänner": 23 uomini in saio scuro lo distillano secondo un antichissimo rituale. La ricetta esatta della sua preparazione è mantenuta segreta. Si sa solo che ogni anno vengono prodotte 1.444 bottiglie di "Abakus".

Informazioni & contatti

Per informazioni contattate il team del
Servizio Informazioni di  Austria Turismo
Numero Verde 800 17 50 70
dalle ore 9:00 alle ore 13:00, oppure scrivete a vacanze@austria.info 

Cataloghi sull'Austria scaricabili

Pianifica le tue vacanze in Austria, consulta o scarica semplicemente i cataloghi che ti interessano.

Cataloghi sull'Austria

Newsletter

Registrati gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere informazioni, suggerimenti e consigli.

Iscriviti subito!

Copyright immagine

Lo scopo principale dei due domini principali www.austria.info e www.austriatourism.com è la promozione di Austria come meta di vacanza.