Ricerca
    • Ski run in Kitzbühel
      media_content.tooltip.skipped

    Sci e vacanze invernali in tempi di Covid

    Tutto pronto per l'inverno!

    Qui di seguito potete scoprire gli aggiornamenti e le misure di sicurezza per la vostra vacanza invernale in Austria.

    Inverno e sci: informazioni attuali

    Sci, offerta gastronomica, cultura o semplicemente neve: l'Austria ha molto da offrire anche in inverno. Al momento, l'Austria è in lockdown. Tuttavia, speriamo di potervi accogliere nuovamente al più presto. Naturalmente, molte attività invernali si svolgono in tempi di Covid con misure di sicurezza speciali. Dopo la fine del lockdown, tornerà presumibilmente in vigore in Austria la cosiddetta regola delle "2-G" in molti settori, tra cui la gastronomia, le strutture ricettive e gli impianti di risalita.

    Le attività sportive, compreso lo sci, sono possibili durante il lockdown, ma in vista delle strutture ricettive chiuse solo per la popolazione locale o nel contesto di gite giornaliere. Negli impianti di risalita, durante il lockdown si applica la regola "2-G" (vaccinazione o guarigione) ed è richiesta la mascherina FFP2.

    Avviso importante sulla situazione Covid-19 in Austria

    Dato il lockdown in Austria previsto dal 22 novembre al 12 dicembre incluso (salvo possibilità di revoca dopo i primi 10 giorni in base alle valutazioni delle autorità competenti) e la conseguente sospensione momentanea dei viaggi turistici, i contenuti del seguente articolo non sono attualmente da prendere in considerazione. Dopo la fine del lockdown, saranno nuovamente aggiornati.

    Sci, offerta gastronomica, cultura o semplicemente neve: l'Austria ha molto da offrire anche in inverno. Naturalmente, molte attività invernali si svolgono in tempi di Covid con misure di sicurezza speciali. Anche in inverno l'Austria si affida a delle semplici regole: vaccinazione o prova di guarigione sono i biglietti d’entrata per le vostre vacanze. Per informazioni relative alle misure valide per impianti di risalita, après-ski o mercatini di Natale leggete di seguito.


    Attualmente in Austria è in vigore la regola cosiddetta delle “2-G” ("Geimpft=vaccinati, Genesen=guariti") per accedere a numerosi servizi tra cui la gastronomia, le strutture ricettive e gli impianti di risalita.

    Impianti di risalita

    • Regola "2-G" (vaccinazione o guarigione); mascherina non obbligatoria
    • I test (antigenici, PCR, sierologici) non sono validi per l'accesso

     Mercatini di Natale

    • Regola "2-G" (vaccinazione o guarigione) 
    • I test (antigenici, PCR, sierologici) non sono validi per l'accesso

    Après-Ski

    •  Regola "2-G" (vaccinazione o guarigione)
    • I test (antigenici, PCR, sierologici) non sono validi per l'accesso
    Advent in Graz / Graz
    media_content.tooltip.skipped

    La regola "2-G" (vaccinazione o guarigione) per le vacanze invernali


    Attualmente in Austria è in vigore la regola delle "2-G" ("Geimpft=vaccinati, Genesen=guariti") per accedere a numerosi servizi, che riguardano anche il settore del turismo invernale. Questo significa che dovete essere vaccinati o guariti per poter avere accesso agli alberghi, ristoranti e per l'utilizzo delle funivie (per il trasporto pubblico e in alcuni altri ambiti è obbligatorio indossare una mascherina FFP2). Ecco una panoramica delle misure attualmente in vigore:


    • Per l'accesso a diversi servizi, bisogna essere vaccinati o guariti: strutture ricettive, ristoranti, musei e istituzioni culturali, ricreative e sportive, mercatini di Natale, impianti di risalita, esercizi di servizi alla persona (ad esempio, parrucchiere) e in occasione di eventi con 25 o più persone.
    • Si prega di notare che la vaccinazione o certificato di guarigione è richiesta per qualsiasi tipo di alloggio ed è valida anche per appartamenti vacanza, rifugi, ecc.
    • I test di qualsiasi tipo (PCR, antigenici e sierologici) non sono più validi come prova d'ingresso.
    • Indossare una mascherina FFP2 è obbligatorio in tutto il commercio e nei musei.
    • A partire dal 6 dicembre, la validità dei certificati di vaccinazione è ridotta a 270 giorni dopo l'immunizzazione completa - in precedenza 360 giorni (In Austria si è considerati completamente vaccinati dal giorno della seconda dose). In seguito, un’ulteriore dose (di solito la terza) è necessaria per un certificato valido. Attenzione! Una sola dose con Johnson & Johnson sarà riconosciuta solo fino al 3 gennaio 2022, dopo di che sarà necessario un richiamo.
    • Si applica un periodo transitorio fino al 6 dicembre. Durante questo periodo, la prima vaccinazione in combinazione con un test PCR è considerata un titolo d’accesso - quindi l'immunizzazione completa non è ancora richiesta durante il periodo di transizione.
    • I bambini sono attualmente esentati dall'obbligo di presentare un titolo d’accesso fino ai dodici anni di età. I ragazzi austriaci dai 12 ai 15 anni possono usare il cosiddetto "Ninja Pass". Un regolamento per gli ospiti stranieri è ancora in fase di elaborazione.


    A questa pagina vi informiamo sull'inizio della stagione nelle stazioni sciistiche e a quest'altra potete trovare una panoramica sui mercatini di Natale in Austria.

    Domande e risposte più frequenti

    • Quali test sono considerati test d'ingresso e per quanto tempo sono validi?

      In Austria, la regola "2-G" (vaccinazione, guarigione) è in vigore dall'8 novembre. I test di qualsiasi tipo (PCR, antigenici, sierologici) non sono più validi come prova d'ingresso.I bambini sono attualmente esentati dall'obbligo di presentare un titolo d’accesso fino ai dodici anni di età.

    • Devo indossare una mascherina anche se ho fatto il tampone, sono vaccinato o guarito?

      Una mascherina FFP2 deve essere indossata sui trasporti pubblici, in tutto il commercio e nei musei. Questo vale anche per le persone vaccinate e guarite.

    • Anche i bambini hanno bisogno di un test d'ingresso?

      I bambini sotto i 12 anni non hanno bisogno di un certificato di vaccinazione o guarigione.

      Attenzione! A Vienna, è obbligatorio un test dall'età di 6 anni. Per i bambini sotto i 12 anni, è richiesto un test PCR (72 ore) o un test antigenico di un ente autorizzato (validità 48 ore). Dai 12 ai 15 anni hanno bisogno di un test PCR effettuato massimo 48 ore prima, a meno che siano vaccinati o guariti.

    • Anche i bambini devono indossare una mascherina?

      Laddove le mascherine sono obbligatorie, i bambini di età superiore ai 6 anni hanno bisogno di una mascherina. Per i bambini sotto i 14 anni, una normale mascherina di tessuto è sufficiente.

    • L’Austria riconosce il Green Pass?

      Sì, l'Austria accetta la Certificazione verde Covid-19 (Green Pass), sia in forma digitale (codice QR sullo smartphone) che stampata. Il Green Pass può essere usato come prova all'ingresso del paese e all'interno dell'Austria ovunque sia richiesto un test all'ingresso (hotel, ristorante, ecc.).

    • Il Green Pass è obbligatorio?

      No. Ovunque sia richiesta una prova vaccinazione o guarigione, questa può essere fornita anche tramite documenti riconosciuti (certificato di vaccinazione o di guarigione in tedesco o inglese)

    • Nessuno sa cosa potrebbe succedere con la pandemia. Dovrei comunque prenotare una vacanza?

      Molti alloggi offrono attualmente condizioni di cancellazione molto flessibili. È meglio contattare l'alloggio scelto e discutere le opzioni. Non vediamo l'ora di accogliervi presto per una vacanza in Austria!

    • L'après-ski è consentito ?

      L'après-ski è possibile con rigorose misure di sicurezza. Analogamente alla ristorazione notturna, si applica quanto segue: accesso solo con vaccinazione o certificato di guarigione.

    • Quali vaccini sono considerati prova d'ingresso secondo la regola "2-G"?

      Solo i vaccini approvati dall'EMA sono riconosciuti. Questi sono attualmente: BioNtech/Pfizer, AstraZeneca, Johnson & Johnson e Moderna. Si prega di notare che per l'ingresso in Austria si applicano regolamenti diversi. Tuttavia, per accedere a numerosi servizi durante il soggiorno in Austria solo i vaccini qui menzionati sono accettati.

    • Sono stato vaccinato con Sinopharm/Sinovac/Covishield/Sputnik V. Quali regole valgono per me?

      I vaccini menzionati non sono (ancora) approvati dall'EMA. Pertanto, non sono riconosciuti in Austria nel contesto della regola "2-G". Tuttavia, secondo il regolamento attualmente in vigore, è possibile per le persone vaccinate ottenere un certificato 2-G valido con i vaccini menzionati. Il prerequisito è che dopo la vaccinazione con Sinopharm/Sinovac/Covishield/Sputnik V, si fornisca la prova degli anticorpi e poi ci si vaccini con una dose di un vaccino approvato dall'EMA.

      Attenzione. la sola vaccinazione con il vaccino approvato dall'EMA non è sufficiente. Il test degli anticorpi è obbligatorio e deve essere fatto prima della vaccinazione con vaccino approvato dall'EMA.

    • Quali sono le regole per i corsi di sci?

      Si applicano le stesse regole valide per gli eventi. A partire da 25 persone, si applica la regola delle 2-G (vaccinazione o guarigione). I bambini sotto i 12 anni sono esentati dalla regola 2-G.

    media_content.tooltip.skipped

    Ulteriori informazioni

    • media_content.tooltip.skipped

      Ingresso in Austria: tutto quello che c'è da sapere

      Tutte le informazioni e i requisiti per l'ingresso in Austria in dettaglio per una vacanza in piena sicurezza!
      Scoprite di più
    •                     Misure di sicurezza Covid-19 presso l'Austria Center Vienna, esecuzione dei test
      media_content.tooltip.skipped

      Insieme in sicurezza: così funzionano i "test" per poter usufruire di determinati servizi durante il vostro soggiorno in Austria

      Gastronomia, luoghi di cultura & co.: un certificato di vaccinazione o di avvenuta guarigione da Covid-19 sono i "biglietti" d'ingresso per diversi servizi durante la vostra vacanza in Austria. Qui trovate tutte le informazioni riguardo i cosiddetti "test d'ingresso".
      Scoprite di più
    media_content.tooltip.skipped
    media_content.tooltip.skipped