Ricerca
    • Vineyards near Gumpoldskirchen / Lower Austria
      media_content.tooltip.skipped

    Ingresso in Austria: tutto quello che c'è da sapere

    Le frontiere esterne dell'Austria sono aperte e si può entrare senza restrizioni dalla maggior parte dei paesi euopei. Trovate qui una panoramica sulla situazione attuale delle aperture dei confini e delle norme di ingresso.

    Le frontiere dell'Austria sono aperte

    La libertà di viaggiare è stata ripristinata nella maggior parte dei paesi europei. Nessun test COVID-19 e nessuna quarantena sono richiesti, al momento, per quati entrano in Austria dai seguenti paesi:

    In Europa

    • Belgio
    • Bulgaria ad eccezione di Blagoevgrad, Burgas, Dobrich, Gabrovo, Yambol, Kardzhali, Montana, Plovdiv, Razgrad, Shumen, Sliven, Smolyan, Sofia, Stara Zagora, Targovishte, Varna
    • Danimarca
    • Germania
    • Estonia
    • Finlandia
    • Francia ad eccezione delle regioni Île-de-France e Provenza-Alpi-Costa Azzurra
    • Grecia
    • Gran Bretagna
    • Irlanda
    • Islanda
    • Italia
    • in Croazia solo le regioni di Brod-Posavina, Istria, Koprivnica-Križevci, Osijek-Baranja, Šibenik-Knin, Varaždin, Zadar
    • Lettonia
    • Liechtenstein
    • Lituania
    • Lussemburgo
    • Malta
    • Monaco
    • Paesi Bassi
    • Norvegia
    • Polonia
    • Portogallo ad eccezione delle regioni di Lisbona e del Norte
    • San Marino
    • Svezia
    • Svizzera
    • Slovacchia
    • Slovenia
    • In Spagna solo le Isole Canarie
    • Repubblica Ceca ad eccezione della regione di Praga
    • Ungheria
    • Vaticano
    • Cipro

    In tutto il mondo

    • Australia
    • Canada
    • Giappone
    • Corea
    • Nuova Zelanda
    • Uruguay

    Attuali norme di ingresso per l'Austria

     

     

    L'ingresso libero in Austria, senza la necessità di una quarantena o di un test Covid-19, si applica esclusivamente alle persone che hanno la loro residenza o dimora abituale in uno dei paesi europei elencati sopra e alle persone con cittadinanza austriaca. È inoltre importante che chi si reca in Austria non sia stato in un paese al di fuori di quelli sopra elencati nei 10 giorni antecedenti l'ingresso in Austria.

    In generale, l'ingresso in Austria è vietato ai cittadini di paesi terzi non elencati sopra. Eccezione fatta per chi fa ingresso nell'area Schengen con un test PCR negativo fatto nelle ultime 72 ore. Dopo l'ingresso, queste persone devono sottoporsi a un periodo di 10 giorni di quarantena fiduciaria (a casa) a cui sottoporsi.

    Non è richiesto alcun test per il transito senza soste. Si prega di notare che quando si entra in Austria, non solo le norme austriache sono decisive, ma anche le norme del rispettivo paese d'origine. Si prega di contattare le autorità competenti per informazioni sulle norme per il rientro nel paese di provenienza.

    Gli austriaci, i cittadini dell'UE/SEE, della Svizzera o della Gran Bretagna e le persone residenti in Austria che provengono da un'area a rischio devono essere muniti di un certificato sanitario in tedesco o in inglese (con un test PCR negativo, non più vecchio di 72 ore). Oppure, se non è stato possibile effettuare il test, dopo l'ingresso devono sottoporsi a un test PCR entro 48 ore il cui costo è a carico del singolo individuo. Fino a quando non è disponibile il risultato negativo del test, si dovrà osservare la quarantena (casa) fiduciaria. 

    Vi preghiamo di tenere presente che non solo le norme austriache sono decisive per il vostro ingresso, ma anche le norme del vostro paese d'origine.

    

    ATTENZIONE: le informazioni disponibili qui sono frutto di una ricerca accurata. Tuttavia, Austria Turismo non è un'autorità pubblica e non può fornire informazioni giuridicamente vincolanti. Potete trovare ulteriori informazioni sull'ingresso in Austria sul sito web austriaco del Ministero della Salute (in inglese) o sul sito web italiano del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

    Domande e risposte più frequenti

    Da quali paesi posso entrare in Austria senza un test COVID-19?

    Trovate di sopra un elenco con tutti i paesi, da quali potete entrare senza un test COVID-19 o una quarantena. E`importante però che non abbiate visitato, nei 10 giorni antecedenti l'ingresso in Austria, un paese al di fuori di quelli sopra elencati e che abbiate la vostra residenza o dimora abituale in uno dei paesi.

    Come posso dimostrare di non essere stato in un'area a rischio negli ultimi 10 giorni?

    Ad esempio, presentando un modulo di registrazione, una conferma di assunzione o un documento di fatturazione.

    Cosa succede se non posso presentare la prova?

    Se si sospetta di essere stati in un'area a rischio, l'ingresso può comunque essere concesso. Questo si applica esclusivamente ai cittadini austriaci, ai cittadini dell'UE/SEE e della Svizzera e alle persone con residenza o dimora abituale o permesso di soggiorno in Austria. Si applicano le stesse norme per l'ingresso da paesi diversi da quelli sopra menzionati (vedi domanda successiva).

    Cosa succede se sono stato in un altro paese negli ultimi 10 giorni?

    Se siete stati in altri paesi negli ultimi 10 giorni, potete entrare nel paese con un un certificato sanitario che conferma la negatività al COVID-19, non più vecchio di 72 ore. Oppure, dopo l'ingresso si dovrà osservare una quarantena (casa) fiduciaria di 10 giorni con la possibilità di fare il test PCR. Se il test PCR risulta negativo, la quarantena può essere terminata. Il presente regolamento si applica esclusivamente ai cittadini austriaci, ai cittadini dell'UE/SEE e della Svizzera e alle persone con residenza o dimora abituale o permesso di soggiorno in Austria.

    Il test non deve essere più vecchio di 72 ore. È valido il momento del test o il momento in cui è disponibile il risultato?

    Le 72 ore si riferiscono al momento del test.

    È necessario un test anche per i bambini?
    I bambini fino a 10 anni non hanno bisogno di un test.

    I cittadini di paesi terzi possono entrare in Austria?

    I cittadini di paesi terzi provenienti da Australia, Canada, Giappone, Corea, Nuova Zelanda e Uruguay possono entrare nel Paese senza di necessità di un test Covid e una quarantena. Non è consentito l'ingresso a tutti gli altri cittadini di paesi terzi. L'unica eccezione fa l'ingresso dall'interno dell'area Schengen, in presenza di un test COVID-19 negativo e di un'ulteriore quarantena.

    Quali sono i paesi considerati a rischio?

    Albania, Andorra, Argentina, Bahrain, Bangladesh, Egitto, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Bulgaria (solo Blagoevgrad, Burgas, Dobrich, Gabrovo, Yambol, Kardzhali, Montana, Plovdiv, Razgrad, Shumen, Sliven, Smoljan, Sofia, Stara Zagora, Targovishte, Varna), Cile, Cina (solo la provincia di Hubei), Costa Rica, Ecuador, Francia (solo le regioni Île-de-France e Provenza-Alpi-Costa Azzurra), India, Indonesia, Iran, Israele, Croazia (eccetto le regioni di Brod-Posavina, Istria, Koprivnica-Križevci, Osijek-Baranja, Šibenik-Knin, Varaždin, Zadar), Kosovo, Kuwait, Maldive, Messico, Moldavia, Montenegro, Nigeria, Macedonia settentrionale, Pakistan, Perù, Filippine, Portogallo (solo le regioni di Lisbona e del Norte), Romania, Federazione Russa, Senegal, Serbia, Spagna (escluse le Isole Canarie), Sudafrica, Repubblica Ceca (solo la regione di Praga), Turchia, Ucraina, Stati Uniti d'America.

    Dove posso trovare i documenti per il certificato sanitario?

    Si possono scaricare i formulari qui in tedesco e qui in inglese.

    Vacanze autunnali e invernali in Austria

    media_content.tooltip.skipped
    media_content.tooltip.skipped