Ricerca
    • media_content.tooltip.skipped

    Ingresso in Austria: tutto quello che c'è da sapere

    I confini dell'Austria sono aperti, i viaggi turistici sono di nuovo possibili. Ecco le maggiori informazioni sui regolamenti attualmente in vigore.

    (Ultimo aggiornamento: 23.07.2021) I viaggi turistici in Austria sono di nuovo possibili. La gastronomia, l'alloggio, le attività per il tempo libero ecc. sono aperti. Speriamo di darvi presto il benvenuto di nuovo per una vacanza in Austria.

    Regole di ingresso

    L'ingresso da paesi con un'incidenza sufficientemente bassa è possibile senza quarantena. Questo vale per la maggior parte dei paesi europei e alcuni altri. Il prerequisito è che, negli ultimi 10 giorni prima della partenza, si sia soggiornato esclusivamente in uno di questi paesi o in Austria. La lista dei paesi è disponibile qui sotto.

    Inoltre, è necessario avere con sé Green Pass/documentazione attestante un test Covid negativo, vaccinazione o una prova di guarigione.

    In termini pratici questo significa: in caso di ispezione bisogna mostrare Green Pass / documentazione attestante risultato di test, vaccinazione o un certificato ufficiale/medico di guarigione in lingua tedesca o inglese. Se non si ha con sé uno di questi documenti, si dovrà fare un test PCR o antigenico in Austria entro 24 ore. N.B. La possibilità di fare un test sul momento è valida solo in relazione all'ingresso nel Paese. Al check-in nel vostro alloggio è necessario avere già con sé un test valido (o in alternativa un certificato di vaccinazione o di guarigione).

    TRANSITO: per coloro che transitano non è richiesta alcuna documentazione, se non quella comprovante la natura del viaggio (è consentito fare solo fermate urgenti durante il transito, ad esempio fare rifornimento o andare in bagno). Per transito si intende anche cambiare mezzo/fare scalo.

    ATTENZIONE: soggiorni turistici della durata di una sola giornata (senza pernottamento) o di anche solo poche ore NON sono considerati come transito. Pertanto valgono anche in questi casi le indicazioni fornite qui sopra.


    N.B. : il requisito di registrazione (Pre-Travel Clearance) per l'ingresso da paesi sicuri (vedi lista dei paesi qui sotto) non è più richiesto.


    Certificazione verde COVID-19 (Green Pass)

    Dal 1° luglio si può entrare nel paese con la Certificazione verde COVID-19 (Green Pass). Tuttavia, la prova di avvenuta vaccinazione, del tampone o della guarigione può essere fornita anche con altri documenti riconosciuti (certificato di vaccinazione, documento comprovante test Covid negativo ecc.)

    N.B. Se si è già in possesso del Green Pass, non è necessario alcun ulteriore documento. In caso contrario, in assenza di Green Pass, bisognerà avere con sé un documento comprovante test/vaccinazione/guarigione.

    Le 3 possibilità per l'ingresso in Austria

    Anche i bambini dai 12 anni in su hanno bisogno di una delle 3 seguenti prove (a Vienna dai 6 anni in su - si consiglia di visitare la pagina di Vienna per maggiori informazioni).

    "Testato"

    Hai bisogno di un test PCR che non sia più vecchio di 72 ore o di un test dell'antigene che non sia più vecchio di 48 ore. Il test deve essere confermato da un organismo autorizzato. Gli autotest non sono validi ai fini dell'ingresso.

    N.B. Se non si ha disponibile la versione inglese / tedesca del test, si prega di scaricare il modulo in una delle due lingue ai seguenti link (inglese / tedesco), farlo compilare, firmare e timbrare dal medico e portarlo con sé insieme alla versione italiana.

    "Vaccinato"

    Tutti i vaccini approvati dall'EMA sono riconosciuti. Una vaccinazione è valida per un massimo di 90 giorni dal 22° giorno dopo la prima dose. Dalla data della seconda dose la validità è di 270 giorni. Per i vaccini che richiedono una sola dose, è valida dal 22° giorno per nove mesi (270 giorni) dalla data della vaccinazione. Lo stesso vale per i guariti che sono stati vaccinati una volta. La vaccinazione dà diritto all'ingresso in Austria senza ulteriore necessità di portare una prova di test negativo.

    N.B. Se non si ha disponibile la versione inglese / tedesca del certificato vaccinale, si prega di scaricare il modulo in una delle due lingue ai seguenti link (inglese / tedesco), farlo compilare, firmare e timbrare dal medico e portarlo con sé insieme alla versione italiana.

    "Guarito"

    Essere guarito dall'infezione da Sars-Cov-2 dà diritto all'ingresso per sei mesi dalla guarigione. Prove di conteggio degli anticorpi neutralizzanti per tre mesi dalla data del test. La guarigione dà diritto all'ingresso in Austria senza ulteriore necessità di portare una prova di test negativo.

    N.B. Se non si ha disponibile la versione inglese / tedesca del certificato di guarigione, si prega di scaricare il modulo in una delle due lingue ai seguenti link (inglese / tedesco), farlo compilare, firmare e timbrare dal medico e portarlo con sé insieme alla versione italiana.

    Pendolari

    Per pendolari regolari (almeno una volta al mese per lavoro, famiglia, scuola o studio o per visitare il proprio partner) valgono le 3 possibilità per l'ingresso in Austria (come riportato qui sopra) con la variante che se sono muniti di test PCR o antigene questi non devono essere più vecchi di 7 giorni (e non di 72 ore per il test PCR o di 48 per l'antigene come richiesto per i turisti o, comunque, non pendolari).


    Durante il soggiorno

    Il Green Pass/documenti che attestano test negativo/vaccinazione/guarigione permettono l’ingresso nel paese. Durante il soggiorno in Austria, si dovrà presentare un test valido per accedere a ristoranti o strutture per il tempo libero, pertanto si dovrà rifarlo nel momento in cui scade la validità del test fatto per l’ingresso (tranne che per vaccinati o guariti). Maggiori informazioni a questa pagina.

    • Ingresso in Austria senza necessità di quarantena: lista dei Paesi europei

      • Albania
      • Andorra
      • Belgio
      • Bosnia-Erzegovina
      • Bulgaria
      • Cipro
      • Croazia
      • Danimarca
      • Estonia
      • Finlandia
      • Francia
      • Germania
      • Grecia
      • Irlanda
      • Islanda
      • Italia
      • Kosovo
      • Lettonia
      • Liechtenstein
      • Lituania
      • Lussemburgo
      • Macedonia del Nord
      • Malta
      • Moldavia
      • Monaco
      • Montenegro
      • Norvegia
      • Paesi Bassi
      • Polonia
      • Portogallo
      • Romania
      • San Marino
      • Serbia
      • Svizzera
      • Slovacchia
      • Slovenia
      • Spagna
      • Svezia
      • Repubblica Ceca
      • Ungheria
      • Città del Vaticano
    • In tutto il mondo

      • Armenia
      • Arabia Saudita
      • Australia
      • Azerbaigian
      • Brunei
      • Canada
      • Corea del Sud
      • Giappone
      • Giordania
      • Hong Kong
      • Israele
      • Macao
      • Nuova Zelanda
      • Qatar
      • Singapore
      • Taiwan
      • Thailandia
      • USA
      • Vietnam

    Ingresso da altri paesi

    Requisito di registrazione per l'ingresso in Austria da altri Paesi

    Per l'ingresso da altri paesi non presenti nella lista sopra è necessario registrarsi in anticipo ("Pre-Travel Clearance"). La conferma dell'iscrizione deve essere presentata elettronicamente, o è possibile stampare il modulo di registrazione, in caso di controllo.

    La registrazione per chi entra da questi paesi non è richiesta per le persone vaccinate (vaccinazione completa/14 giorni trascorsi dalla data della prima dose). Questa esenzione non si applica per l'ingresso da aree con varianti di virus. Tutte le persone non vaccinate hanno bisogno di un test negativo o di una prova di guarigione e devono anche fare una quarantena di 10 giorni, che può essere terminata per mezzo di un test negativo al più presto dopo 5 giorni. I bambini e gli adolescenti fino a 17 anni possono entrare nel paese accompagnati dai loro genitori vaccinati senza dover fare la quarantena. Tuttavia, dai 12 ai 17 anni hanno bisogno di test/vaccinazione/prova di guarigione.

    Per l'ingresso da aree con varianti di virus come la Gran Bretagna, Russia o l'India (lista completa delle aree con varianti di virus qui) si applicano regole più severe, l'ingresso è possibile solo in casi eccezionali. I viaggi turistici non sono una di queste eccezioni.

    Esistono eccezioni per motivi imprevedibili e che non possono essere rinviati in particolare nell'ambito familiare, per i passeggeri in transito e per altri casi individuali. I dati registrati saranno cancellati 28 giorni dopo l'iscrizione.

    Ai seguenti link è possibile trovare il modulo di registrazione online o scegliere la versione scaricabile del modulo stesso

    Avvisi sul traffico aereo e sui viaggi

    E' importante ricordare che non solo il regolamento austriaco è decisivo per la fattibilità del viaggio, ma anche le disposizioni di viaggio del vostro paese d'origine.

    Gli aeroporti austriaci sono in funzione con un servizio crescente. Una mascherina FFP2 deve essere indossata sull'aereo e nell'area dell'aeroporto. Vi preghiamo di informarvi presso gli aeroporti e le compagnie aeree sui rispettivi regolamenti, ad esempio all'aeroporto di Vienna, Salisburgo o all'aeroporto di Innsbruck.

    Il City Airport Train non è attualmente in funzione a Vienna. E' possibile invece usare la linea S-Bahn S7. Gli autobus della Vienna Airport Lines effettuano un servizio ridotto.

    In alcuni aeroporti c'è la possibilità di effettuare test Covid a pagamento. Qui potete trovare informazioni sui test Covid-19 all'aeroporto di Vienna e qui sui test PCR all'aeroporto di Salisburgo (in inglese).


    ATTENZIONE: le informazioni qui disponibili sono frutto di una ricerca accurata. Tuttavia, Austria Turismo non è un'autorità pubblica e non può fornire informazioni giuridicamente vincolanti.


    Potete trovare maggiori dettagli e ulteriori informazioni sull'ingresso in Austria i seguenti siti istituzionali

    Breve vademecum

    Regole di comportamento

    media_content.tooltip.skipped

    Domande e risposte più frequenti

    media_content.tooltip.skipped