Stift Klosterneuburg, Wienerwald
Niederösterreich Werbung / Michael Liebert

Le cose più belle da vedere e da fare in Bassa Austria

Ricca di abbazie e monasteri, castelli e palazzi, la storia è ovunque in Bassa Austria. Una regione che offre una grande scelta di tesori, dalle montagne alle valli fluviali, dai vigneti della Wachau ai colli del Marchfeld.

Ötscher, Mostviertel

Ötscher, Mostviertel
Niederösterreich Werbung / Michael Liebert

Abbazie, fortezze, castelli da fiaba.

Profumo di incenso e canti corali che riecheggiano nella navata semplice ma imponente. La luce scende dalle finestre di vetro medievali. L’abbazia di Heiligenkreuz è un luogo mistico, che qualcuno chiamerebbe un luogo di potere.

Sono diversi invece i monasteri barocchi di Melk e Göttweig. Come palazzi celesti sulla terra, irradiano splendida eleganza ed eterna bellezza.

Anche i castelli fortificati della Bassa Austria si sono lasciati alle spalle i tempi dei cavalieri predatori, ma ricordano ancora le storie di allora. Nel Rinascimento, alcuni di essi, come il castello di Rosenburg o Schallaburg, sono stati trasformati in castelli delle favole, altri andarono in rovina. La fortezza di Aggstein nella Wachau è tra le più popolari. Grazie alla sua posizione romantica, qui potete spesso incontrare coppie di novelli sposi.


Abbazie, fortezze, castelli da fiaba.

  • Stift Klosterneuburg

    Abbazia di Klosterneuburg

    Novecento anni di storia conventuale e la più antica azienda vinicola austriaca: una combinazione unica. C’è anche un capolavoro della storia dell’arte: l’altare di Verdun.  

    Scoprite di più

    Stift Klosterneuburg

    Stift Klosterneuburg / no name
    Stiftsplatz 1, 3400 Klosterneuburg
  • Stift Heiligenkreuz

    Abbazia di Heiligenkreuz

    Situata nel mezzo del Wienerwald, l’abbazia di Heiligenkreuz emana un venerabile silenzio. Fondato nel 1133, è il secondo monastero cistercense più antico al mondo.

    Scoprite di più

    Stift Heiligenkreuz

    Österreich Werbung / Volker Preusser
    Heiligenkreuz 2, 2532 Heiligenkreuz, Austria
  • Stift Zwettl Außenansicht

    Abbazia di Zwettl

    La facciata ovest della collegiata e la torre sono del periodo barocco. Come i vivaci affreschi nella Biblioteca dell’abbazia, che il pittore Paul Troger completò nel 1733.

    Scoprite di più

    Stift Zwettl Außenansicht

    Waldviertel Ballooning / Thomas Stauderer
  • Stift Göttweig

    Abbazia di Göttweig

    Già suggestiva sin da lontano, l’Abbazia di Göttweig è adagiata su una collina sopra l’ampio paesaggio del Danubio. Una vista meravigliosa - e non solo per i monaci.  

    Scoprite di più

    Stift Göttweig

    Österreich Werbung / Pigneter
    Stift Göttweig 1, 3511 Stift Göttweig, Austria
  • Stift Herzogenburg Nordseite

    Monastero di Herzogenburg

    Un’opera d’arte completa del barocco! E potete goderla con una visita guidata che tocca tutti i punti. Come la chiesa, la Festsaal affrescata e la biblioteca del monastero.

    Scoprite di più

    Stift Herzogenburg Nordseite

    Stift Herzogenburg

Abbazia di Melk

L’abbazia benedettina di Melk è il simbolo della Wachau e - insieme alla regione - è Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Il maestoso complesso benedettino, nato nell’anno mille e rimaneggiato in possente stile barocco, spicca sulla collina di fronte al Danubio. Stupisce la biblioteca con gli affreschi di Paul Troger, che custodisce 100.000 volumi. Si dice sia la biblioteca a cui si è ispirato Umberto Eco ne Il nome della rosa. A causa della trasformazione barocca si fa fatica ad immaginare le atmosfere del tempo di Adso, il giovane monaco che proveniva proprio da Melk. Ma nel Medioevo questa era una delle biblioteche più importanti e famose, straordinaria ancora oggi.

Da non perdere sono anche la Stifskirche, la chiesa affrescata da Johann Michael Rottmayr, la scala a chiocciola che collega la biblioteca con la chiesa, la Sala dei marmi con un affresco di Paul Troger e il nuovo Museo, che invece per contrasto ha installazioni molto moderne.

Schloss Hof

Schloss Hof è una delle sorprese del Marchfeld, la pianura tra il Danubio e la Morava. L’insieme costituito dal palazzo signorile, dal giardino terrazzato e dalla fattoria nacque alla fine del 1720 come residenza e sede di caccia del principe Eugenio di Savoia. A disegnare il progetto fu Johann Lucas von Hildebrandt, lo stesso architetto del Belvedere di Vienna. Nella metà del ‘700 fu acquistato da Maria Teresa di Asburgo: sottoposto a notevoli cambiamenti, divenne un luogo noto per le lussuose celebrazioni della Corte imperiale di Vienna.

Dopo due secoli di decadenza, da poco è stato riportato agli antichi splendori. Interessanti la mostra e gli appartamenti, ma il vero piacere è una passeggiata in giardino che digrada verso la Morava. Si cammina tra la profusione di terrazze e aiuole perfette, colme di profumi e colori. Al di là del fiume c’è già la Slovacchia.

  • Schloss Hof, Neptunbrunnen und Reiter
    Schloss Hof, Neptunbrunnen und Reiter
    SKB / Lois Lammerhuber

Fiumi, montagne, boschi magici.

Il Danubio modella tutto lo scenario della Bassa Austria, che attraversa nel suo corso da ovest verso est. Ma la regione è ricca di acqua anche grazie ad altri fiumi come il Kamp, il Thaya o il Traisen, che formano verdi valli. Il Parco Nazionale Thayatal protegge una natura intatta. Il paesaggio selvaggiamente romantico e le fitte foreste lo rendono un paradiso unico - anche per animali molto timidi come il gatto selvatico europeo.

Le montagne della Bassa Austria non offrono solo relax e panorami mozzafiato, ma anche molte attività sportive: spettacolari escursioni portano in gole e canyon intorno al monte Ötscher, il più alto del Mostviertel. E vari trekking di più giorni fanno scoprire le Alpi di Vienna: lo Schneeberg, la Rax e il Semmering.

Escursioni culturali: dai tempi dei romani ai giorni nostri

  • Gozzoburg Krems

    Miglio dell’arte di Krems

    In centro città, offre molti musei, come il Museo dei cartoni animati e la Kunsthalle.

  • Arnulf Rainer Museum

    Museo di Arnulf Rainer a Baden

    Arnulf Rainer, artista contemporaneo, divenne noto per la sovrapittura di foto e dipinti.

  • Langenlois und Loisium

    Loisium Wine & Spa

    Il cubo innovativo sorge tra i vigneti, combinando modernità e tradizione.

  • St. Pölten

    Città della cultura St. Pölten

    La città storica ha un nuovo distretto. La Klangturm, la torre del suono, ne è il simbolo.

Bassa Austria, cosa mangiare e bere

La Bassa Austria è terra di vino: oltre 28.000 ettari di vigneti e una millenaria cultura di vigneti e cantine. Nella Wachau, il vino incontra la storia, rappresentata da monasteri, castelli e palazzi riuniti in un’area piuttosto breve del corso del Danubio. Non a caso, la Strada Romantica corre proprio qui: difficile trovare un paesaggio più magico!

La regione di Wachau è patrimonio mondiale dell’UNESCO e si estende da Melk a Krems lungo il Danubio. Il clima mite favorisce la viticoltura, praticata qui fin dall’epoca romana. Ma i ripidi pendii della valle non facilitano la coltivazione: i lavori in vigna sulle terrazze costruite con muri in pietra sono possibili solo manualmente. Ne vale la pena, perché la speciale posizione collinare regala alle viti il sole necessario e il substrato roccioso determina il carattere tipico dei vini della Wachau.

La Wachau offre anche ottime soste enogastronomiche. Grazie alla Wachauer Marille, l'albicocca della Wachau, che si gusta in gnocchi, confetture, raffinati dessert. Anche i pesci del Danubio, come il luccio e il lucioperca, promettono un piacere unico. Allevati nei rami laterali del Danubio, sono trasformati in raffinati piatti nei ristoranti della Wachau.

Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Ferrovia del Semmering

Fu una delle più importanti conquiste ingegneristiche del XIX secolo: la prima ferrovia di montagna d’Europa a essere costruita con lo scartamento ferroviario normale. Il progettista, l’ingegnere veneziano Carlo Ghega, utilizzò le tecnologie più moderne per realizzare locomotive capaci di superare notevoli differenze d’altitudine e avere ristretti raggi di curvatura. La ferrovia del Simmering, tuttora impiegata dalle ferrovie austriache, si basa su un progetto che all’epoca era inimmaginabile, con sfide tecniche senza precedenti: i treni percorrono 16 viadotti, 100 ponti e 15 tunnel lungo il percorso di 41 chilometri. Oggi la coraggiosa costruzione, che è un Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, non ha perso nulla del suo fascino.

Dalla sua apertura nel 1854, la Semmeringbahn collega Vienna con l’Austria meridionale: un’opera di "architettura del paesaggio", che coniuga armoniosamente tecnologia e natura, offrendo un’esperienza di viaggio unica.

Wiener Alpen in Niederösterreich
Wiener Alpen in Niederösterreich
Niederösterreich Werbung / Michael Liebert
  • Schloss Grafenegg

    Card regionale Bassa Austria

    300 attrazioni per il tempo libero in tutta la regione della Bassa Austria. Tra cui le mete più ambite quali l'Abbazia di Melk, la Raxseilbahn o Schallaburg, molti musei e castelli.

    Scoprite di più

    Schloss Grafenegg

    3485 Grafenegg 10
  • Donauradweg, Weissenkirchen in Niederösterreich
    Donauradweg, Weissenkirchen in Niederösterreich
    Österreich Werbung / Martin Steinthaler
  • Weinberge Falkenstein, Niederösterreich
    Weinberge Falkenstein, Niederösterreich
    Österreich Werbung / Peter Burgstaller
  • Naturpark Ötscher Tormäuer
    Naturpark Ötscher Tormäuer
    weinfranz.at /
  • Wachau bei Dürnstein
    Wachau bei Dürnstein
    ÖWM (Österreich Wein Marketing GmbH) / Gerhard Trumler
  • Luftaufnahme vom Wienerwald / Niederösterreich
    Luftaufnahme vom Wienerwald / Niederösterreich
    Österreich Werbung / Homberger