Ricerca
    • Lena Hoschek, designer di moda austriaca, atelier
      media_content.tooltip.skipped

    Lena Hoschek, la stilista di moda austriaca

    Le creazioni di Lena Hoschek sono un mix così straordinario di colori, tessuti e modelli che piacciono anche star come Sarah Jessica Parker, Dita Von Teese o Lana Del Rey. La stilista di Graz è tra i più ricercati designer austriaci.

    Dopo la formazione alla Scuola di moda Hetzendorf di Vienna, Lena Hoschek va a Londra per uno stage con Vivienne Westwood. Subito dopo, nel 2005 inizia la sua storia di successo nel centro storico di Graz, dove apre il primo atelier a soli 24 anni. Dal 2016, il suo flagship store si trova anche nel centro di Vienna. Nel dicembre 2020, in occasione del 15° anniversario, arriva un altro negozio, a Kitzbühel.

    Lena Hoschek, designer di moda austriaca
    media_content.tooltip.skipped

    Alta moda, costumi tradizionali, artigianato

    In più, dal 2013, la stilista nata a Graz amplia il suo atelier di alta moda con la direzione del collega Thomas Kirchgrabner, dove offre abiti da sposa e da sera su misura. Se vi unite alla folla danzante durante la stagione dei balli viennesi, potrete essere certi di trovare uno o due abiti elegantemente femminili dell’atelier di Hoschek.

    La designer combina l’amore per l’Austria e la sua inclinazione per l'artigianato e il Dirndl (l’abito tradizionale femminile) con influenze da tutto il mondo. Gli abiti con cui Lena Hoschek celebra la silhouette femminile trovano ispirazione in molti ambiti, dal glamour hollywoodiano degli anni '40 e '50 alle pin-up provocatorie, ai ricami del folklore ungherese. Trova idee per nuove collezioni viaggiando in tutto il mondo, ma anche in luoghi lontani dal trambusto, nella natura, dove è cresciuta. Per esempio nella Mölltal in Carinzia, regione di provenienza della madre, o nei dintorni di Graz.

    Inarrestabile

    Già il padre di Lena Hoschek, professionalmente molto coinvolto nella moda, nei mobili e nell’arte, ha influenzato il suo senso di bellezza. Ma soprattutto la designer è stata affascinata dallo Jugendstil, il movimento dell'Art Nouveau in Austria, e dall'associazione degli artisti della Secessione viennese all’inizio del XX secolo. "L'idea di progettare tutto, che si tratti di una poltrona, di un oggetto quotidiano come una caffettiera, un cucchiaio o un vestito, ha avuto una grande influenza su di me. Non credo che il design debba limitarsi a qualcosa". Soprattutto non lo deve fare quando gli oggetti sono belli come quelli creati da Lena Hoschek.

      • 1981: nasce a Graz, dove cresce. Dopo essersi diplomata al liceo si è formata come Make-up artist.
      • 2003: si diploma alla scuola di moda Hetzendorf di Vienna. Completa uno stage di un anno da Vivienne Westwood a Londra.
      • 2005: tornata in Austria, fonda la sua etichetta "Lena Hoschek" e apre uno studio nella città vecchia di Graz. La sua cifra è il ricorso alla lavorazione tradizionale, ai tagli classici e alle silhouette femminili a clessidra. Combina materiali duraturi e influenze folcloristiche da tutto il mondo per creare nuove creazioni femminili e stravaganti. 
      • 2008: Apertura del negozio nel settimo distretto di Vienna; nel 2016 viene sostituito dal flagship store al Trattnerhof, in pieno centro.
      • 2009: Hoschek apre un nuovo negozio a Graz, che esiste ancora oggi. Dal 2009 partecipa regolarmente alla settimana della moda di Berlino.
      • 2012: Trasferimento della sede aziendale a Vienna in una vecchia fabbrica di maglieria nel distretto di Meidling.
      • Dal 2013 Hoschek gestisce anche un atelier di alta moda, dove realizza abiti da sposa e da sera su misura.
      • 2020 Apertura di un terzo negozio a Kitzbühel. Hoschek è sposata e madre di due bambini.

    Conversazione con Lena Hoschek

    "Sono molto radicata in Austria e nelle sue tradizioni".
    Lena Hoschek
    austria.info: Quali luoghi visita regolarmente, dove le piace sempre fare un salto?
    Lena Hoschek: Quando sono a Vienna, mi piace andare agli Heurigen nel 19° distretto. La posizione lì è un sogno - e anche la luce del sole verso sera: amo i posti dove posso stare seduta a lungo al tramonto. Poi naturalmente torno sempre nella Mölltal, almeno tre volte all'anno. Mi piace andare a sciare a Heiligenblut e Kitzbühel. Penso che i comprensori sciistici austriaci siano i migliori: fare sport nell'aria fresca e frizzante, sulla neve, con la velocità e la neve alta se c’è, sono gli elementi che mi emozionano. Anche la Stiria meridionale merita una menzione. Soprattutto quando si tratta di festeggiare, divertirsi, socializzare, grazie ai grandi vini - la Stiria meridionale è per me un vero hotspot.
    austria.info: Dove le piace di più andare a mangiare e a bere?
    Lena Hoschek: Adoro andare ai mercati. Il Kaiser-Josef-Markt di Graz è in effetti uno dei miei "posti del cuore": sia che sia lì a mordere ravanelli freschi, carote o mele o a bere una birra o una spremuta di frutta e verdura fresca - mi piace molto la vita del mercato. Sono stata recentemente nel ristorante Konstantin Filippou a Vienna. È stata davvero un'esperienza - e naturalmente lo è anche lo Steirereck della famiglia Reitbauer a Vienna. Per il resto, mi piace molto il cibo semplice - senza dimenticare che mio marito è un ottimo chef.
    austria.info: Cosa preferisci: Caffè o bar?
    Lena Hoschek: Siccome ho già due figli rispondo Bar. Sono stata astemia per troppo tempo (ride). Inoltre, preferisco bere il caffè a casa o al lavoro, uscendo mi concedo un Negroni, un whiskey sour o uno champagne. Il mio bar preferito è il Loos Bar di Vienna.
    austria.info: In quali musei si può incontrarla più spesso?
    Lena Hoschek: Mi piace davvero molto il Museo di Storia Naturale. Quello che apprezzo sempre è che lì una mostra è davvero grande. Penso che l'Albertina abbia sempre grandi mostre temporanee; anche la collezione permanente è spettacolare.
    austria.info: C'è qualche genere musicale o club austriaco che le piace particolarmente?
    Lena Hoschek: Sono fuori dalla scena dei club da un po', purtroppo, ma l'Arena di Vienna è il posto preferito mio e di mio marito e andiamo ai concerti il più spesso possibile. Mi piacciono molto anche i musicisti della scena musicale alternativa che vengono alla Konzerthaus di Vienna. Come Chilly Gonzales o Tori Amos, per esempio. Ci sono già stati grandi concerti. E ovviamente i festival: Nova Rock è sempre un punto fisso per noi.

    I luoghi del cuore di Lena Hoschek

    •                 Mercato Kaiser Josef, Graz
      media_content.tooltip.skipped
    •                 Konstantin Filippou nel suo ristorante
      media_content.tooltip.skipped
    •                 Ristorante Steirereck
      media_content.tooltip.skipped
    •                 Museo di Storia Naturale a Vienna - scalinata
      media_content.tooltip.skipped
    •                 Museo Albertina, Vienna
      media_content.tooltip.skipped

    Altri articoli che potrebbero interessare

    •                         Hedy Lamarr, Girl On The Moon
      media_content.tooltip.skipped

      Hedy Lamarr, star del cinema e Lady Bluetooth

      La diva del cinema Hedy Lamarr, famosa a Hollywood come la "donna più bella del mondo". Nata a Vienna, non fu solo un’attrice, ma l’inventrice di un metodo oggi usato da Internet e cellulari.
      Scoprite di più
    •                         Emilie e Pauline Flöge, Gustav Klimt, Hermann Flöge e Hermine Flöge in barca sul Attersee, 1905
      media_content.tooltip.skipped

      Emilie Flöge, la rivoluzionaria della moda e Il bacio di Klimt

      Molto di più della musa di Klimt, il famoso pittore austriaco. La stilista Emilie Flöge era una rivoluzionaria della moda e un’imprenditrice di successo.
      Scoprite di più
    media_content.tooltip.skipped