Ricerca
    • Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee
      media_content.tooltip.skipped

    Bagno di ghiaccio

    Immergersi in un lago ghiacciato in inverno può sembrare una follia. Per Patricia Schumacher, tuttavia, è il rimedio perfetto per la depressione invernale. Abbiamo parlato con lei e con il soccorritore acquatico Hansjörg Ransmayr del bagno nel ghiaccio.

    Combattere il freddo con il freddo

    Il paesaggio è coperto da una coltre di neve bianca e all'orizzonte le montagne si ergono nel cielo limpido come una corona. Il lago Zauchensee si trova di fronte a noi, quasi irriconoscibile a causa del suo spesso strato di ghiaccio. L'acqua scura può essere vista solo attraverso un piccolo buco che è stato tagliato con una sega e sul quale Patricia Schuhmacher si sta concentrando. La californiana fa un respiro profondo ed entra lentamente nell'acqua. Qui, a 1.350 m sul livello del mare, la temperatura dell'acqua a marzo è appena sopra il punto di congelamento. Cosa si prova? "All'inizio è scioccante. Il tuo corpo ha la sensazione di bruciare o di non riuscire a respirare", spiega Patricia. Allora perché si sottopone a tutto questo?

    • Dopo essersi trasferita a Linz, Patricia - una vera adoratrice del sole - ha dovuto abituarsi ai freddi inverni austriaci, e ha scoperto che i bagni di ghiaccio le sono stati di grande aiuto. Ciò che sembra strano all'inizio, in realtà ha un senso: affrontare la stagione fredda non era facile, fino a quando Patricia ha deciso di reagire attivamente. Affrontando direttamente il suo corpo con il freddo, è stata in grado di superare le sue paure e uscire dalla sua zona di comfort. "Una volta iniziato, il mio atteggiamento, il mio stato d'animo, la mia intera percezione dell'inverno è cambiata. Mi ha aiutato a imparare ad amare la stagione fredda e a riconoscere la sua bellezza".

    • Ispirata da suo marito, che aveva già scoperto il bagno di ghiaccio, Patricia ha iniziato a fare docce fredde. Oggi si immerge regolarmente nel Danubio o nell'Ausee vicino a Linz, anche in inverno. "Ho notato che aumenta la mia energia. Aumenta le endorfine, e ho notato che anche il mio umore cambia e diventa più stabile". Dopo il suo primo bagno nel ghiaccio, Patricia aveva così tanta energia ritrovata che riusciva a malapena ad addormentarsi.

      Sentire Patricia parlare del bagno di ghiaccio lo fa sembrare una forma estrema di meditazione. Secondo Patricia, si tratta solo del momento e della respirazione, che dovrebbe essere lenta e profonda. "Devi concentrarti... ok, sto respirando. Devi rilasciare, devi lasciarti andare. Sei letteralmente nel qui e ora. Così sei in grado di essere nel momento presente e apprezzarlo".

    "Ho notato che mi dà più energia. L'acqua fredda rilascia endorfine e ormoni della felicità. Il mio umore è migliorato e si è stabilizzato di conseguenza".

    Finding the Winter Light - winter walk in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped
    Patricia Schumacher
    Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped

    Il “next big thing”

    Il bagno di ghiaccio (noto anche come immersione in acqua fredda) sembra guadagnare sempre più fan. Forse grazie al guru del benessere olandese e "Iceman" Wim Hof, che dimostra i benefici dell'acqua fredda nella serie Netflix di Gwyneth Paltrow "The Goop Lab". O forse è semplicemente il desiderio della sensazione di libertà e di essere tutt'uno con la natura.

    Hansjörg Ransmayr di Salisburgo non è solo un soccorritore in acqua, ma anche un appassionato nuotatore invernale che pensa che il bagno nel ghiaccio sarà "la prossima grande novità". Soprattutto dall'inizio del coronavirus, ha sperimentato un aumento di persone che vogliono sfidare l'acqua fredda, principalmente per aumentare la resistenza fisica.

    Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped

    Ma fare il bagno nel ghiaccio fa davvero bene?

    Il bagno nel ghiaccio, tuttavia, non è una nuova tendenza. Già Ippocrate credeva negli effetti positivi dell'acqua fredda e le applicazioni dell'acqua Kneipp sono state a lungo usate come terapia nei centri di cura. Anche le nostre nonne sapevano che le docce fredde rafforzano il tessuto connettivo.

    Che sia Ippocrate o le nostre nonne - avevano ragione. Hansjörg Ransmayr può confermare la moltitudine di effetti positivi per il corpo e la mente. Immergersi in acqua intorno al punto di congelamento ha un effetto positivo sul sistema cardiovascolare, rafforza il sistema immunitario, può ridurre i reumatismi e altri dolori articolari e combattere la depressione. I bagni di ghiaccio innescano il rilascio di adrenalina e dell'ormone della felicità, la dopamina, così come i corticosteroidi antinfiammatori per la rigenerazione.

    Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped

    I migliori atleti si immergono nelle vasche di ghiaccio dopo l'allenamento da un po' di tempo. I ricercatori dell'Università di Cambridge hanno persino scoperto recentemente una connessione tra lo shock da acqua fredda e una proteina che potrebbe proteggere da malattie degenerative come la demenza.

    Si dice che passare un tempo prolungato in acqua fredda sia un ottimo modo per alleviare anche i disturbi del sonno. "È come prendere una tazza di tè", spiega Hansjörg. "Una rapida doccia fredda ti sveglia. Ma se si rimane a lungo nell'acqua fredda, il corpo diventa incredibilmente stanco perché il metabolismo viene accelerato. Questo garantisce un ottimo sonno".

    Hansjörg osserva anche che il bagno in acqua fredda è particolarmente apprezzato dalle donne che soffrono di problemi mestruali o della menopausa.

    Come confermato da Patricia, il bagno di ghiaccio allena anche la forza mentale, la forza di volontà e la fiducia in sé stessi. Chi riesce ad entrare nell'acqua fredda supera i propri limiti. La paura del freddo è tutta nella testa. Alcuni che hanno già raggiunto questa vittoria la chiamano affettuosamente "la sensazione dell'Himalaya per chi non è uno scalatore".

    Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee

    I luoghi in Austria consigliati da Patricia e Hansjörg per i bagni di ghiaccio

    media_content.tooltip.skipped

    Non senza cautela

    Se hai già indossato il tuo costume da bagno e sei pronto a dirigerti verso il lago ghiacciato più vicino, sappi che il bagno nel ghiaccio deve essere goduto con cautela. Oltre agli effetti benefici, nasconde anche dei rischi per la salute e può portare alla morte per ipotermia o annegamento nel peggiore dei casi. È meglio chiedere prima consiglio al proprio medico, soprattutto se si soffre di asma, pressione alta o problemi cardiaci.

    Dovresti sempre prepararti lentamente per il tuo primo bagno di ghiaccio. Hansjörg Ransmayr consiglia di iniziare in estate o in autunno e passare gradualmente alla stagione invernale. Chi poi ha più pratica può seguire le orme di Patricia e mettersi alla prova al Bergsee.Schwimmen Challenge di Zauchensee. La ricompensa è un certificato e la sensazione di essere rinati, come Patricia descrive.

    "L'immersione in acqua fredda è la migliore terapia contro la depressione invernale".

    Ice Bathing Almsee, Filzmoos
    media_content.tooltip.skipped
    Hansjörg Ransmayr

    I consigli di Hansjörg:

    Finding the Winter Light - ice swimming in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped
    • Abituatevi all'acqua ghiacciata poco alla volta. Il modo migliore è fare docce fredde e aumentarne la durata.
    • In acque aperte, iniziare in estate o in autunno quando l'acqua è più calda.
    • Soprattutto all'inizio, non andate mai a nuotare da soli. Spesso ci sono gruppi locali che si incontrano regolarmente. In questo modo si combina l'hobby con un evento sociale.
    • Non buttatevi mai nell'acqua fredda, ma prima immergete le mani e inumidire il viso - poi entrate lentamente nell'acqua espirando profondamente.
    • Nuotate con una boa a cui aggrapparsi in caso di emergenza.
       
    Finding the Winter Light - cosy mountain hut in the region of Altenmarkt-Zauchensee
    media_content.tooltip.skipped
    • Gli esercizi di respirazione aiutano a trovare la tranquillità, anche nell'acqua fredda.
    • Non rimanete in acqua per più di qualche minuto.
    • Tenetevi al caldo prima e dopo il nuoto: asciugatevi rapidamente e indossate abiti caldi, perché il corpo continua a raffreddarsi fuori dall'acqua.
    • Non fate esercizi ginnici per riscaldarvi dopo un bagno di ghiaccio, perché questo può sovraccaricare la circolazione e portare a pericolosi shock.
    • Evitate l'alcol o la caffeina. Questi dilatano i vasi e fanno raffreddare. È meglio bere il tè caldo allo zenzero, che riscalda dall'interno.
    •                 Finding the Winter Light - cosy mountain hut in the region of Altenmarkt-Zauchensee
      media_content.tooltip.skipped

      Patricia Schumacher

      Patricia si è trasferita dalla California in Austria per amore, dove apprezza particolarmente la natura, da cui trae anche ispirazione per le sue due professioni di cuoca e cantante.

      Per saperne di più su Patricia
    •                 Ice Bathing Zauchensee / Altenmarkt Zauchensee
      media_content.tooltip.skipped

      Hansjörg Ransmayr

      Hansjörg Ransmayr è letteralmente un uomo dai mille mestieri. È un soccorritore in acqua, autore del libro "Wild Swimming Alpen" e organizza numerosi progetti turistici di nuoto.

      Per saperne di più su Hansjörg

    Autore: Hannah Zajic

    Altri articoli che potrebbero interessare

    • Scorre, riscalda e raffredda: trattamenti d’acqua per un bagno di salute

      “Imparate a conoscere bene l’acqua, e lei sarà sempre un’amica affidabile”. I trattamenti con l'acqua di Sebastian Kneipp sono alla base della cultura del benessere.

      Scoprite di più
          Le acque del Weissensee
      media_content.tooltip.skipped
    • Le cascate, il segreto dell’acqua che cade vertiginosamente

      Le cascate di Krimml scendono da ben 380 metri. Intervista a Johanna Freidl, scienziata di Salisburgo, su aerosol curativi e il rapporto tra natura e salute.

      Scoprite di più
          Parco Nazionale degli Alti Tauri - Cascate Krimml / National Park Hohe Tauern
      media_content.tooltip.skipped
    media_content.tooltip.skipped