Ricerca
    • Starry sky in Gesäuse National Park in Styria
      media_content.tooltip.skipped

    I luoghi più belli per osservare le stelle (senza inquinamento luminoso!).

    Parchi delle stelle, picnic sotto le stelle, giardini e baite delle stelle. L’osservazione "organizzata" delle stelle è sempre più amata - e non solo dalle persone romantiche. Le zone di protezione del paesaggio notturno riducono l’inquinamento luminoso, a beneficio di persone, animali, ambiente. Scoprite i luoghi in Austria dove osservare le stelle diventa una splendida esperienza.

    Nella bella stagione, il frinire dei grilli, l’aria limpida, il buio. O d’inverno, il silenzio e la neve. E sopra una scena naturale straordinaria: lo scintillio travolgente di un cielo stellato. Per migliaia di anni, i corpi celesti hanno esercitato un incredibile fascino sugli umani. Facendo scrivere innumerevoli storie di dei e divinità. Il mistero del mondo infinito delle stelle, le domande di dove e perché, la ricerca di un "potere superiore" hanno occupato gli uomini per migliaia di anni. L’Astronomia è stata forse la prima scienza dell’umanità.

    Ma oggi il clamore delle stelle ha un valore esperienziale diverso rispetto al passato. Circa 100 anni fa, l’invenzione dell’elettricità e della luce artificiale fu naturalmente salutata come una grande conquista. Ora, invece, un cielo senza inquinamento luminoso è un’eccezione e la vista indisturbata delle stelle diventa una particolarità, un privilegio. E sempre più il problema dell’inquinamento è sotto i riflettori. In Austria si stanno attuando importanti iniziative contro la luminosità nelle ore notturne, per avere regioni dove si protegge il cielo della notte. E non solo per gli astronomi e gli amanti delle stelle.

    5 domande che fanno illuminare i fan delle stelle

    • 1 Perché le stelle brillano?

      Le stelle sono enormi sfere di gas, al cui interno la grande pressione fa aumentare la temperatura. L’enorme calore provoca la fusione degli atomi di idrogeno.

      Questa energia fa brillare le stelle - a differenza dei pianeti, che sono freddi e brillano solo quando sono illuminati da un’altra stella. E sì, anche il sole è una stella!

    • 2. Qual è il momento migliore per guardare le stelle?

      L’osservazione migliore si ha con la luna nuova, tra le due e le tre del mattino - sempre che le nuvole non si mettano in mezzo.

      3. Perché certe stelle sono colorate e scintillanti?

      Gli astronomi si riferiscono alle "stelle scintillanti" nel senso del termine scintillazione (dal latino scintillare - sfarfallare). Il fenomeno è causato dalla rifrazione della luce nell’atmosfera terrestre. Nel caso di stelle particolarmente luminose, si può persino osservare uno sfarfallio colorato.

    • 4. Quante stelle ci sono nel cielo?

      Anche se possiamo vedere solo le più luminose ad occhio nudo, ci sono circa 100 miliardi di stelle nella nostra galassia.

      5. Come si fotografa un cielo stellato?

      È meglio impostare una fotocamera reflex con modalità manuale su: tempo di esposizione 20 secondi, apertura f/5.6, ISO 800-1600, zoom a 20 millimetri, stabilizzazione dell’immagine disattivata, messa a fuoco su infinito manuale.

    Vista su Weissenbach
    media_content.tooltip.skipped

    L’oscurità della notte in natura

    Cos’è un parco delle stelle?

    Il 99% della popolazione europea e statunitense non conosce più il buio completo della notte. “Un parco delle stelle è un’area di conservazione del paesaggio notturno in cui si ha cura di garantire una visione chiara dell’oscurità e della bellezza del cielo stellato riducendo l’inquinamento luminoso”. Clemens Schnaitl, amministratore delegato del parco naturale e coordinatore del Parco delle Stelle Attersee-Traunsee è entusiasta del progetto che incentiva l’oscurità.

    In questa regione - nel mezzo del Salzkammergut - l’oscurità della notte naturale è intatta: così si può vedere chiaramente il firmamento. Qui, l’inquinamento luminoso è quasi inesistente , grazie a numerose misure. Le persone che vivono qui sono incoraggiate a usare una "luce migliore". “Nell'area esterna la luce viene diretta selettivamente là dove è necessaria e si impedisce la radiazione verso l'alto”, spiega Schnaitl. “Luce intelligente per una notte a contatto con la natura” è il motto del progetto che il Dr. Stefan Wallner, astrofisico dell'Università di Vienna, accompagna in modo scientifico.

    • Attersee-Traunsee: il primo parco delle stelle dell’Austria

      Lo sviluppo del parco delle stelle è iniziato con molte domande, come spiega Wallner. In quali regioni la notte naturale è abbastanza buia da soddisfare i criteri? Quali fonti di luce ci sono? La Via Lattea può essere vista a occhio nudo? Dopo la valutazione, la regione Attersee-Traunsee ha chiesto la certificazione. Sono poi state prese ulteriori misure per raggiungere la totalità dell’illuminazione esterna richiesta per essere uno Star Park - riguardo l’uso della luce pubblica, commerciale e privata. Nel 2021, è finalmente giunto il momento: l’International Dark Sky Association ha riconosciuto ufficialmente il progetto come parco delle stelle.

      Gli iniziatori erano raggianti come un perfetto cielo stellato. A ragione: l’Austria è sulla lista dei "Dark Sky Places" per la prima volta - ci sono 150 parchi stellari in tutto il mondo, 35 dei quali in Europa. “Un passo importante per la biodiversità e la protezione del cielo notturno naturale”, dice l’esperto di inquinamento luminoso Wallner, riassumendo il successo.

      La follia luminosa: l’inquinamento luminoso

      Un parco di stelle - che risultato. Ma perché? Stefan Wallner spiega le conseguenze di vasta portata dell’inquinamento luminoso, cioè l’oscuramento del cielo notturno provocato dalla luce artificiale. Un fenomeno che coinvolge ogni aspetto, dall’illuminazione stradale all’illuminazione dei monumenti e degli edifici, dall’illuminazione commerciale alle fonti di luce degli edifici privati. E che può avere effetti negativi sulla flora e sulla fauna, così come sulla salute delle persone.

    • “L’inquinamento luminoso è un fenomeno causato dall’uomo”, spiega Wallner. “Si tratta di luce che non è effettivamente necessaria, fluisce nello spazio naturale e non solo irradia le aree che dovrebbe, ma immerge nella luminosità anche le aree secondarie. Questo ha un impatto su tutto il ciclo della vita”. Wallner ne elenca tutti gli aspetti:

      1. è dannoso per la fauna selvatica: il 70% di tutti i mammiferi sono notturni. Privarli della notte si traduce in cambiamenti comportamentali e in una riduzione della biomassa di insetti.

      2. è dannoso per l’ambiente: la luce artificiale di notte può stimolare la fotosintesi, che in realtà funziona attraverso la luce del sole durante il giorno. Questo riduce la durata della vita degli alberi perché le piante si esauriscono.

      3. è dannoso per l’uomo: gli umani hanno bisogno dell’oscurità naturale perché vivono secondo il ritmo circadiano, ossia il ritmo giorno-notte. Questo significa che gli ormoni vengono secreti durante il giorno per mantenerci attivi e concentrati, e rilassati di notte. L’ormone melatonina ne è responsabile. Ma si attiva solo al buio: la luce blocca il trasporto degli ormoni che assicurano il sonno e il rilassamento. Questo sconvolge il bioritmo e, di conseguenza, il sistema immunitario.

    Boat at lake Traunsee
    media_content.tooltip.skipped

    Luci spente - cielo stellato acceso!

    Nella regione dell’Attersee-Traunsee, nessun raggio di luce è lasciato al caso. Le fonti di luce sono completamente schermate per evitare la luce indesiderata, si sono usati colori di luce bianca calda rispettosi dell’ambiente e sono stati impostati spegnimenti o riduzioni durante la notte. Le comunità circostanti si sono impegnate ad adeguare tutte le altre fonti di luce del Parco delle Stelle entro i prossimi dieci anni secondo i criteri necessari.

    Questo trasforma la regione in un paradiso stellato. La meraviglia si realizza non appena gli occhi si abituano all’oscurità profonda e a poco a poco migliaia di punti del cielo dispiegano la loro luminosità. Anche se l’astronomia ha risolto da tempo molti misteri, una sensazione di umiltà e di magia è palpabile alla vista di questa bellezza naturale. Una gioia bella quanto i benefici duraturi.

    Starry sky in Gesäuse National Park in Styria
    media_content.tooltip.skipped

    Le notti più buie d’Europa

    Osservare le stelle nel Parco Nazionale del Gesäuse

    È necessaria molta oscurità perché la banda luminosa della Via Lattea si riveli ad occhio nudo. Il Parco Nazionale del Gesäuse in Stiria con i villaggi di Admont, Johnsbach, Weng, Hieflau, Landl e St. Gallen soddisfa questo requisito. Nella regione si vedono proverbiali notti stellate perché le città di Vienna, Graz, Salisburgo e Linz sono lontane, e l’inquinamento luminoso è quindi molto basso. Le notti nel Gesäuse sono tra le più buie d’Europa.

    Il Parco Nazionale offre escursioni tematiche per osservare le stelle. Per assicurare che gli animali selvatici non siano disturbati nelle loro attività notturne, sono disponibili visite guidate intorno al Centro Avventura Weidendom o al Buchauer Sattel. Si raccomanda di non esplorare la zona da soli.

    Scoprite di più
    •                         Cielo stellato nel parco nazionale Gesäuse in Stiria
      media_content.tooltip.skipped
    •                         Starry sky in Gesäuse National Park in Styria
      media_content.tooltip.skipped
    •                         Starry sky in Gesäuse National Park in Styria
      media_content.tooltip.skipped

    4 consigli per evitare l'inquinamento luminoso

    I 10 luoghi ed esperienze più belli per osservare le stelle

    •                 Sternwarte Altenmarkt-Zauchensee
      media_content.tooltip.skipped

      Sentiero della luna nella zona Altenmarkt Zauchensee nel Salisburghese Sentiero della luna nella zona Altenmarkt Zauchensee nel Salisburghese

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Musica classica sotto le stelle nel monastero di Göttweig Musica classica sotto le stelle nel monastero di Göttweig

      Scoprite di più
    •                 Estate a Sportgastein / Sportgastein
      media_content.tooltip.skipped

      Stelle e montagne a Sportgastein nel Salisburghese Stelle e montagne a Sportgastein nel Salisburghese

      Scoprite di più
    •                 Vista su Weissenbach
      media_content.tooltip.skipped

      Speciale lucciole nel parco naturale Attersee-Traunsee Speciale lucciole nel parco naturale Attersee-Traunsee

      Scoprite di più
    •                 Weyregg am Attersee
      media_content.tooltip.skipped

      Picnic sotto le stelle sulla Kreuzingalm all’Attersee Picnic sotto le stelle sulla Kreuzingalm all’Attersee

      Scoprite di più
    •                 Il Biwak sotto le stelle
      media_content.tooltip.skipped

      Rifugio sotto le stelle sul lago Millstättersee in Carinzia Rifugio sotto le stelle sul lago Millstättersee in Carinzia

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Zona di protezione dalla luce a Dürrenstein in Bassa Austria Zona di protezione dalla luce a Dürrenstein in Bassa Austria

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Balcone sotto le stelle sul lago Millstättersee in Carinzia Balcone sotto le stelle sul lago Millstättersee in Carinzia

      Scoprite di più
    •                 La cappella Gahberg nel parco delle stelle / Oberösterreich
      media_content.tooltip.skipped

      Osservatorio Gahberg-Weyregg: visite guidate sull’Attersee Osservatorio Gahberg-Weyregg: visite guidate sull’Attersee

      Scoprite di più
    • media_content.tooltip.skipped

      Escursione delle stelle sul Prebersee nel Lungau Escursione delle stelle sul Prebersee nel Lungau

      Scoprite di più

    Sole, luna e stelle nella zona ricreativa di Vienna

    • Boschi, prati, canti degli uccelli e tanto cielo: questo è lo scenario naturale nello Sterngarten Georgenberg alla periferia sud-est di Vienna, al confine con la Riserva della Biosfera del Wienerwald.

      Il Dr. Gottfried Gerstbach, presidente dell’Associazione Astrofili Austriaci, e l’attivista delle stelle Maria Pflug-Hofmayr sono i padroni di casa che introducono i visitatori alla rotazione apparente del cielo stellato, al corso annuale dell’orbita del sole e al fascino dell’osservazione delle stelle.

    • “Meno luce per più uccelli e stelle”

      Oltre 15 anni fa, il Prof. Hermann Mucke ha avuto l’idea di costruire la struttura di quasi un ettaro per l’astronomia dell’orizzonte - applicando metodi per osservare le stelle. Nel processo, le strutture rendono visibile l’orizzonte matematico, il meridiano astronomico e il corso quotidiano del sole. Gerstbach e Pflug-Hofmayr danno un importante contributo alla conoscenza dell’inquinamento luminoso, che affrontano nelle loro visite guidate.

    Sterngarten Georgenberg: il planetario all’aperto di Vienna

    Altri articoli che potrebbero interessare

    •                         Monastero di Pernegg in Bassa Austria in primavera
      media_content.tooltip.skipped

      La forza del silenzio: vacanza nel monastero di Pernegg

      “Nel silenzio, le persone possono meditare e perdersi per tornare all’essenziale”. Prendersi cura di sé nella natura: il monastero di Pernegg nel Waldviertel in Bassa Austria.
      Scoprite di più
    •                         Erbe
      media_content.tooltip.skipped

      Voglia di terra - Il mondo delle erbe aromatiche

      Cosa ha di tanto affascinante il mondo delle erbe aromatiche? Cosa possiamo imparare dalla natura? Una conversazione con l’esperta Andrea Rieder.
      Scoprite di più
    •                         L'atmosfera mistica del bosco
      media_content.tooltip.skipped

      Il bosco e la foresta, 365 giorni di buona farmacia

      Il bosco e la sua flora offrono una gran varietà di piante ed erbe dagli effetti benefici. Allora perché per i piccoli disturbi non aprire semplicemente questa fantastica farmacia naturale?
      Scoprite di più
    media_content.tooltip.skipped